Dunnhofer e il nuovo consiglio FISI FVG

Maurizio Dunnhofer, tarvisiano classe 1955 e fra le varie attività attualmente preparatore atletico di quel progetto di eccellenza che è lo Ski Dreams Nidec, è il nuovo presidente della FISI Friuli Venezia Giulia dopo la guida di Stefano Fontana, già presidente per quattordici anni (anche se non consecutivamente). Dunnhofer è’ stato eletto a Udine dall’assemblea presieduta dal consigliere federale Stefano Longo: unico candidato alla presidenza ha raccolto il 90% dei consensi.

CONSIGLIO – Il consiglio regionale è composto dai consiglieri laici Maurizio Del Fabbro, Tancredi Del Mestre, Manuel Mentil, Andrea Polentarutti, Giorgio Prodorutti, Francesco Silverio e Luigi Popovic. Quindi Lorella Baron e Tommaso Zanotelli fra gli atleti, poi Tristano Vicario fra i tecnici. Stefano Galletti è il membro effettivo del collegio dei revisori dei conti, Bruno Gomiscech il supplente.

PROGRAMMA – Dunnhofer è cresciuto nel mondo del salto e della combinata nordica, allenando la Forestale e la nazionale: una ricca esperienza in Coppa del Mondo, Mondiali e Olimpiadi. passando dall’essere atleta a divenire responsabile delle due discipline per il Cs Forestale. Ha poi allenato le squadre nazionali di salto in ambito giovanile, diventando in seguito il responsabile del gruppo principale e partecipando in questo ruolo a Olimpiadi, Mondiali e Coppa del Mondo. Ecco i sette principali punti programmatici di Dunnhofer, che ricordiamo è anche maestro di sci alpino: 1) Intensificazione dei rapporti Comitato/Miur per lo sviluppo di progetti scolastici in collaborazione con il CONI regionale. L’obiettivo è promuovere tutte le discipline della FISI, in particolar modo nella scuola primaria. 2) Incentivi agli sci club per favorire l’incremento dei tesseramenti. 3) Promozione e allargamento della base di reclutamento nelle categorie più giovani, con il monitoraggio, il supporto e la formazione dell’attività degli sci club a cura dei tecnici di Comitato. 4) Vicinanza ai club e presenza sul territorio attraverso incontri ciclici e seminari, al fine di creare maggior contatto con la base. 5) Squadre di Comitato di tutte le discipline impostate su un lavoro di qualità, con obiettivo primario portare i ragazzi verso le squadre nazionali o i corpi militari. Dare importanza all’ingresso nelle squadre di Comitato, motivando i ragazzi a intraprenderlo come primo traguardo sportivo.6) Sviluppo di accordi stabili con la Regione FVG e Promoturismo FVG per il sostegno al Comitato e alle gare, attraverso progetti mirati per divenire promozione attiva, con il coinvolgimento di tutte le discipline, le società sportive e le località dei poli sciistici della montagna del Friuli Venezia Giulia.7) Affermare il ruolo centrale del Comitato, cui devono fare riferimento le società anche per quanto riguarda l’organizzazione di eventi o manifestazioni di interesse nazionale e internazionale. Il gioco di squadra è determinante per il sostegno e il giusto riconoscimento da parte delle istituzioni della regione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.