I Galli della velocità sempre a tutta: adesso vola anche Zazzi

Volano i Galli della Velocità. Aveva ragione l’allenatore responsabile, da due anni, della formazione azzurra di discesa e superG di Coppa del Mondo Lorenzo Galli che affermava proprio qualche giorno fa: «Bisogna credere nel gruppo, lavorare senza lasciare fuori nessuno. Chi prima e chi dopo, possono fare tutti grandi gare». Poi certo, di leggende come Dominik Paris ne nascono una ogni secolo. Ma, oltre a leggenda Domme, c’è anche un solido team che convince sempre maggiormente. E in due anni quanti risultati hanno conseguito i Galli della Velocità. Mattia Casse, abbastanza regolare quest’anno ed oggi 10°, l”anno passato ha centrato tre podi. Questa stagione Guglielmo Bosca finalmente è sempre regolare e a Garmisch ha conquistato un podio. Oggi Gugu intanto ottimo 6°. E poi Florian Schieder: due podi a Kitz fra l’anno scorso e quest’anno, a dimosstrazione che proprio una meteora non era. E adesso? C’è anche Pietro Zazzi: mancava all’appello il bormino, mai in top ten. Ed oggi, con il 50, nel superG sulla Olympiabakkem di Kvtfjell eccolo splendido 6° anch’egli.

Paris nel superG di Kvitfjell ©Agence Zoom

Sul podio ci finisce sua Maestà Dominik Paris che fa sapere: «In superG era da tanto tempo che cercavo un risultato, anche se ho fatto quarto a Wengen. La mia sciata deve comunque migliorare, di questo sono sicuro. Ho perso qualcosa sia in alto che nella parte finale, e questi errori non si possono fare se si vuole vincere. Ci lavorerò sicuramente. Scherzando con Odermatt, gli ho detto che avrebbe potuto anche lasciarmi fare il podio da solo, visto che lui ne ha fatti così tanti». Ed ecco Gugu Bosca: «Ho spinto da cima in fondo ed è venuta fuori una bella gara. Ho sbagliato qualcosa alla Tommy Moe, perché sono arrivato un po’ basso e non sono riuscito a spingere al massimo. Forse ho perso lì il mio secondo  podio… Ieri ero un po’ deluso della mia sciata, perché pensavo di avere qualcosa in più, ma nonostante quello sono riuscito ad entrare nei 25 della discesa per la finale ed era uno degli obiettivi stagionali».

Bosca in volo in Norvegia ©AgenceZoom
Esultano gli azzurri ©A.Trovati/Pentphoto

Altre news

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar da ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Telenovela finita. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha...

La Svizzera ha scelto le condizioni di La Thuile per gli ultimi allenamenti

La Thuile si rivela anche sul finale di stagione una meta privilegiata per i top dello sci mondiale. In quest’ultima settimana di apertura, appena chiuso il Criterium Cuccioli con 600 giovani atleti da tutta Italia, ecco che il comprensorio...