I Fis Games sono realtà: prima edizione nel 2028

I Giochi Fis sono realtà, se ne parlava da tempo di questo evento pronto a “riempire” la casella lasciata vuota da Campionati Mondiali e Giochi Olimpici (una volta ogni quattro anni) e ieri la Federazione Internazionale Sci e Snowboard ha ufficializzato la nascita dei Fis Games. I Giochi FIS rappresenteranno l’evento più grande di tutti gli sport della neve, un’occasione storica per riunire la famiglia FIS come mai prima d’ora. Si svolgeranno nell’arco di 16 giorni e uniranno sport olimpici e non olimpici, inclusi quelli del programma “para”. Gli atleti più grandi al mondo, dalle discipline alpine al freestyle, dal freeski allo snowboard e al nordico, dal telemark allo sci di velocità e al freeride, mostreranno le loro abilità davanti a un pubblico globale.

L’evento quadriennale potrà essere ospitato da una sola regione, da più località o addirittura andare oltre confine. Una cerimonia di apertura spettacolare aprirà le danze, seguita da un programma eccezionale e una cerimonia di chiusura di altissimo livello. L’obiettivo è creare un’esperienza emozionante per gli spettatori e gli atleti presenti sul posto, nonché un programma di eventi coinvolgente e ricco per i visitatori. Occhi puntati anche sulla copertura televisiva, definita dalla Fis «innovativa e all’avanguardia». 

I Fis Games si svolgeranno in strutture già esistenti, ponendo al centro l’attenzione sulla sostenibilità e sul lascito duraturo. Fis promette che i Giochi saranno pionieri in termini di sostenibilità e inclusività, trasmettendo un messaggio ispiratore sull’impatto positivo che i grandi eventi sportivi possono avere. La scadenza ufficiale per la presentazione delle candidature è il 1° novembre 2023, seguita da una fase di controllo del gruppo di lavoro. La decisione su chi ospiterà la prima storica edizione del 2028 sarà presa dal Consiglio FIS nella primavera del 2024.

Altre news

I norvegesi per la prossima stagione

La federazione norvegese ha ufficializzato le squadre per la prossima stagione: si lavora sempre di più sui giovanissimi con una crescita numerica delle C. Mancano due protagonisti all’appello: Lucas Pinheiro Braathen che, come tutti sanno, difenderà i colori del...

AOC. Platinetti: «Non solo Cecere, bilancio di gruppo esaltante». Barbera: «Aspiranti in gran spolvero»

Stagione conclusa, anche se mancano alcune Fis in Scandinavia a dire la verità, ma è tempo di bilanci. Iniziamo a prendere in considerazione le squadre dei Comitati regionali e partiamo dal Comitato Alpi Occidentali. Per il settore femminile una...

Ecco le squadre svizzere: il tecnico Heini Pfitscher con Holdener e Rast, promosso anche Tavola

Swiss Ski ha ufficializzato squadre e staff per la prossima stagione agonistica, dopo quella trionfale appena andata in archivio. Sfera di cristallo per Lara Gut-Behrami e Marco Odermatt, oltre a numerose coppe di specialità e alla vittoria nella Coppa...

Come sarà l’Italia femminile di Coppa del Mondo?

Non cambia granché la struttura dell’Italia femminile di Coppa del Mondo. Confermata dal dt Gianluca Rulfi la squadra èlite con le quattro atlete che avranno sempre il loro tecnico di riferimento: Luca Agazzi per Sofia Goggia, Davide Brignone per...