Giovani: ultimi titoli a Sola e Saccardi. Bernardi e Perathoner vincono il Gran Premio Italia

Anticipare gli Italiani Giovani di gigante e slalom è stata la scelta giusta. A Courmayeur sono andate in archivio due bellissime gare di gigante e slalom (prima dell’atteso maltempo…) che fanno calare il sipario sulla lunga serie di Campionati Italiani e anche del Gran Premio Italia. 

Gigante donne serratissimo e deciso sul filo dei centesimi. Alice Pazzaglia, leader a metà gara, non riesce a fare la differenza nella seconda frazione e deve accontentarsi della medaglia di bronzo, lasciando strada libera a Beatrice Sola e Annette Belfrond, le due azzurrine che si sono contese il titolo. Alla fine l’ha spuntata la trentina, per un solo piccolissimo centesimo nei confronti della valdostana, vicina al bis. «Sono contenta di questo successo, anche perché arrivavo da un periodo di alti e bassi – spiega la neo campionessa italiana, Beatrice Sola -. Ho cercato di sciare per divertirmi, io e Annette ce la siamo giocata all’ultimo centesimo. La stagione? Felice di com’è andata la Coppa Europa». Quarto posto per due Aspiranti davvero brava, anche sul muro di Courmayeur, capaci di ben interpretare un passaggio non così scontato all’ingresso del ripido. Quarta Giulia Valleriani e quinta Francesca Carolli.

Beatrice Sola

Il titolo di slalom è andato a Tommaso Saccardi che ha recuperato due posizioni e si è messo al collo la medaglia d’oro. Ha superato Edoardo Saracco, davanti a tutti dopo la prima frazione, medaglia d’argento con 19/100 di ritardo. Bronzo per Corrado Barbera, staccato di 24/100. È invece scivolato al quinto posto Gianlorenzo Di Paolo, secondo al termine della prima frazione. 

Le gare di Courmayeur hanno chiuso anche il circuito istituzionale. E così è tempo di verdetti. La classifica generale femminile è stata vinta da Vicky Bernardi, davanti ad Alice Pazzaglia e a Emilia Mondinelli, quella maschile invece è andata a Max Perathoner che ha prevalso su Gregorio Bernardi e Davide Seppi. La standing delle discipline tecniche è stata vinta da Emilia Mondinelli e Davide Seppi, quella della velocità da Vicky Bernardi e Gregorio Bernardi. 

Altre news

L’impegno di Sima continua

Enzo Sima è pronto per restare in consiglio federale. Il friulano ha scelto di sostenere Alessandro Falez come presidente e subito spiega le sue ragioni: «Innanzitutto il mio impegno per la Fisi continua, ho a cuore questo mondo. Abbiano...

Da Soelden a Soldeu, tante occasioni per staccare un biglietto e assistere alla Coppa

La prima neve è arrivata, i ghiacciai stanno riaprendo, le squadre stanno ultimando le lunghe trasferte oltreoceano e si apprestano ormai - chi prima e chi dopo - a rientrare e a fare ritorno sulle nevi europee. Ormai si...

Dallocchio, i quattro punti per la Fisi del professore della Bocconi

Professore universitario alla Bocconi, Maurizio Dallocchio si candida come consigliere nella prossima assemblea elettiva. «Sono un cittadino, la mia casa è Milano, ma amo da sempre la montagna e un giorno vorrei andare a vivere lì. E ovviamente sono...

Persio Pennesi, la sicurezza al centro del programma

Francesco Persio Pennesi è un volto conosciuto nel mondo dello sci. Avvocato - e maestro di sci con esperienze in Italia ed all’estero tra Bariloche, Valle Nevado, Aspen e St. Moritz -, ha concentrato le sue conoscenze lavorative sulla...