Dopo tre settimane di allenamento sul ghiacciaio svizzero

Giorgio Rocca ha terminato le tre settimane di lavoro sulle nevi di Zermatt. Lo slalomista livignasco, infatti non si è recato con il resto della compagine azzurra in Terra del Fuoco. “Sono stato contento della mia scelta: ho lavorato bene sia in slalom che in gigante. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con i big dello slalom, vedi gli austriaci Raich, Herbst, Matt ed il croato Kostelic. Anche lo sviluppo dei materiali è a buon punto. Certo, mi manca ancora un po’ per essere al top, ma sono sulla strada giusta”. Dello stesso parere il fido skiman Brugger, che lo ha seguito nella trasferta nel canton Vallese, anche se per cinque giorni ha dato forfait per un’influenza: “Rispetto all’agosto scorso è un altro Giorgio, sono fiducioso. Il cronometro? E’ stato anche davanti a Raich e compagni”. Adesso per Rocca due settimane di preparazione atletica con Roberto Manzoni; dalla terza settimana di settembre, sci al Passo dello Stelvio.