Il romano: «Qualche volta riesco a staccare i migliori tempi»

Lavora sodo Giordano Ronci, atleta inserito solo nominalmente in squadra B ma a tutti gli effetti parte integrante nel gruppo Coppa del Mondo agli ordini di Stefano Costazza e Simone Del Dio. Il ventiduenne laziale settimana prossima raggiungerà le nevi perenni austriache di Moeltall per continuare la preparazione: «Ora la preparazione entra nel vivo. Fra un mese e mezzo si parte con Levi. Slalom non adattissimo alle mie caratteristiche ma io punto dritto alla qualificazione per la seconda manche. Rispetto all’inizio della scorda stagione parto a ridosso dei 35, sono messo meglio insomma. La determinazione e l’entusiasmo sono alti».

FEELING CON MERLO – Il romano, quarto nella standing di Coppa Europa e due volte campione italiano Giovani, è soddisfatto della esperienza ‘integrale’ con la squadra A: «Mi trovo bene con tecnici e atleti. Il più delle volte è Stefano Gross il punto di riferimento, ma qualche volta ho staccato anche io i ‘best time’. Nell’ultimo raduno in indoor in Lituania non ho brillato particolarmente, ma nei  ‘capannoni’ non sono mai andato fortissimo. Quest’anno c’è una novità importante. Il service è Patrick Merlo, con cui mi trovo davvero bene. Un professionista, ottimo skiman e capace a fare il lavoro di selezione e scelta sui materiali. E poi fa gli sci a un certo Giuliano Razzoli, uno che ha vinto le Olimpiadi…»