Gigante Master, ecco i 39. Krause best time, poi Gualazzi. Non passano nomi pesanti: Franceschetti, Manfrini, Quaquarelli

LIVIGNO – 39 giganti, guerrieri, atleti ancora per un giorno. Livello alto per davvero in questa selezione del Master istruttori di sci alpino. E’ stata una battaglia allo sfinimento. Le batterie logorano e se non passi subito devi risalire in partenza. Altro giro, altra corsa, altra energia. Cuore che pulsa, quadricipiti che bruciano nel gigante livignasco. Si divincolano fra le porte larghe i ragazzi. Attaccano, sbagliano, deragliano. Chi esulta, chi tribola, chi fallisce il primo obiettivo. Dicevamo gara vera e gara vera è stata. E così ecco i risultati che non ti aspetti. Credi che possano farcela senza batter ciglio alcuni che leggi nella start list, invece l’agonismo a volte è crudele, non fa sconti. Nomi pesanti non passano la prova: Quaquarelli, Franceschetti, Manfrini per farne alcuni. E stiamo parlando di gigantisti di valore in carriera.

Tedeschini e Rigamonti

Altri big lottano, come Gualazzi che riesce a staccare il secondo tempo dopo la sorpresa Krause (best time) e come invece Squassino che necessita della seconda batteria. Poi in ordine sparso ecco primeggiare e passare alla prova degli archi: Biasci, Pompei, De Crignis, Tedeschini, Allemand, Orsini, Cordone, Appierto, Leonardi Cattolica, Poletti, Paluselli, Dati, Grosso, Princiotta, Cantoni, Riccucci, Sacco, Tagliaferri, Codini, Nizzi, Scuri, Nana, Sperindiè, Zampolini, Bieller, Polverini, Tedde, Castellani, Nardo, Tarabola, Di Matteo, Casati, Chiappa, Riva, Arzillo, Pujatti. Ai 39 del gigante, si aggiunge Alex Zingerle, che ha saltato la prova odierna e accede direttamente agli archi forte di risultati in Coppa del Mondo. Bravi, bene. Ma non finisce qua. Ora si esulta, si brinda, si riposa. Da domani testa alla prova degli archi: tutti in pista ancora a Livigno giovedì.

 

Altre news

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...

I norvegesi ripartono dal Trentino

Anche quest'anno la Nazionale norvegese ha scelto il Garda Trentino per il ritiro estivo, con allenamenti tra il Lago di Garda e le Dolomiti della Paganella. Dal 19 al 24 maggio, undici atleti ed i loro tecnici hanno sfruttato...

Pronte le squadre del Comitato AOC

Definite le squadre del Comitato AOC. Linea di continuità con la conferma degli allenatori Alberto Platinetti per il settore femminile, Ruggero Barbera per quello maschile e Alessandro Roberto in affiancamento per entrambe le squadre. Il responsabile Oriano Rigamonti ha...