Lara Gut ©Agence Zoom

La ticinese Lara Gut-Behrami si aggiudica il superG sulla leggendaria Kandahar di Garmisch-Partenkirchen, Germania. La svizzera, terza vittoria stagionale, fa il vuoto e sulle nevi bavaresi e i distacchi dimostrano che oggi era la più competitiva. A 68 centesimi ecco la norvegese Vickhoff Lie e in terza piazza con il 29 ci finisce la canadese Marie-Michele Gagnon a 93 centesimi dalla testa della classifica. La nordamericana scalza SuperSofi dal podio: Sofia Goggia chiude quarta e non riesce a salire per la sesta volta sul podio (5 podi fino ad oggi con quattro centri).

Gagnon terza in extremis ©Agence Zoom

L’orobica c’è, in velocità conferma comunque regolarità e continuità. Cortina aspetta le sue gesta iridate. Quinta con il 25 ecco l’austriaca Christine Scheyer. Sesta la funambolica ceca Ester Ledecka, poi arriva l’elvetica Corinne Suter settima e ottave un’altra svizzera, Priska Nufer, e l’austriaca Tamara Tippler. A chiudere la top la slovacca Petra Vlhova e la francese Tiffany Gauthier.

CLASSIFICA SUPERG COPPA DEL MONDO GARMISCH

Sofia Goggia ©Agence Zoom

BRIGNONE E CURTONI NELLE 15 – 12a si piazza Federica Brignone a 1.33. una posizione più attardata Elena Curtoni a 1.48. Laura Pirovano 16a a 1.66, Francesca Marsaglia 24a a 2.21. Nelle 30 anche Roberta Melesi 27a a 2.69. Nadia Delago fuori dalle 30. Deraglia per un errore di linea la reginetta delle porte larghe Marta Bassino. Domani ancora superG. Goggia punta a tornare sul podio.

PAROLA A GOGGIA E BRIGNONE – «Non mi sentivo sicura del podio, dal momento che il distacco era di un secondo da Gut. Avevo ragione…domani ci proviamo di nuovo, l’avvicinamento ai Mondiali di Cortina prosegue», fa sapere Goggia. »Era da mollare oggi, ho sbagliato sul salto, troppo lunga. Così ho perso velocità. Peccato, sono a tre decimi dal podio, potevo salirci senza quell’errore. Lara Gut? Oggi ha dimostrato che è davvero in forma», chiude Brignone.