Giovanni Franzoni e Sofia Goggia ©Elvis Piazzi

A Verona, presso la sede del Comando Provinciale e alla presenza del Comandante, Col.  TST Vittorio Francavilla, una delegazione del Gruppo Sciatori ha incontrato Sofia Goggia, presente in città per curare la frattura del piatto tibiale del ginocchio destro rimediata a seguito della brutta caduta dello scorso 31 gennaio a Garmisch-Partenkirchen, da cui è derivata l’amara rinuncia ai Mondiali di Cortina, dove la campionessa gialloverde era tra le atlete più attese.

Sofia, in uno dei momenti più difficili della sua carriera, ha ricevuto dal giovanissimo collega Giovanni Franzoni, fresco vincitore delle uniche 2 medaglie azzurre – oro in superG e argento in gigante – ai Campionati Mondiali Juniores di Bansko, una penna con inciso il motto araldico della Guardia di Finanza “NEC RECISA RECEDIT”, che da sempre ha fatto suo e che mai come in questa occasione rappresenta perfettamente la sua indomita volontà di superare ogni infortunio.

Quasi contemporaneamente all’aeroporto di Malpensa, una delegazione delle Fiamme Gialle dell’atletica, che peraltro festeggia quest’anno i cento anni di attività, ha accolto la squadra azzurra al rientro dai Campionati Europei di Torun (Pol), consegnando a Larissa Iapichino, Rebecca Borga ed Alessia Trost (che oggi festeggia i suoi splendidi 28 anni) un omaggio floreale ed una lettera da parte di atleti, tecnici e dirigenti dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle. Due momenti per festeggiare e omaggiare la giornata dedicata alle donne.