Giovanni Franzoni ©Pentaphoto

Prova e gara nello stesso giorno per la discesa di Coppa Europa a Orcieres, in Francia, dopo la cancellazione del training di lunedì. Dettano legge gli statunitensi con la vittoria di Erik Arvidsson e il terzo posto di Sam Morse, nel mezzo lo svizzero Gilles Roulin: 23 e 30 centesimi i distacchi. Quarta piazza, a 34, per l’atleta di casa Sam Alphand, quinto, a 54 lo svizzero Stefan Rogentin. Gara tirata con diciotto atleti in un secondo. C’è anche Giovanni Franzoni che, dopo il quarto tempo in prova, chiude nono con lo stesso crono dell’austriaco Stefan Babinsky: il distacco è di 73 centesimi, a due decimi insomma della quinta posizione. Nei trenta anche Federico Paini ventesimo Nicolò Molteni ventitreesimo e Pietro Zazzi ventiquattresimo. «La condizione cresce, rispetto alla discesa di Santa Caterina va meglio. Guardo ai prossimi appuntamenti con fiducia, oggi sono moderatamente soddisfatto della mia prestazione», ci dice il bresciano, uno dei simboli della rinascita dello sci italiano maschile.

LA CLASSIFICA