Dopo la Nuova Zelanda Pietro è appena tornato da Malta

Pietro Franceschetti è tornato alla base. Trasferta neozelandese prima e vacanza ‘attiva’ a Malta dopo. Il trentino, ora ‘alla corte’ dei poliziotti di Beppo Zeni, sta intensificando la preparazione in vista della stagione agonistica 2014-2015. L’anno passato ha vissuto una stagione difficile. Ora Pietro non è più in forza alla nazionale C&B ed adesso, nonostante vi siano due gruppi divisi ‘sotto’ la Coppa del Mondo, come altri suoi ex compagni non ha trovato spazio nel giro azzurro. Ma Pietro, che è un ’93 e quindi al primo anno Senior, non molla. Anzi.

LE DICHIARAZIONI DI PIETR – Eccolo, appena rientrato da Malta: «In Nuova Zelanda ho fatto discrete gare, in particolare ho vinto un gigante a Treble Cone. Intanto mi sono recato a Malta un po’ al caldo ma non ho certo smesso di allenarmi. Ho fatto alcuni sport alternativi, in particolare sci d’acqua. E adesso? La preparazione va avanti. Dopo l’esclusione dal giro azzurro mi sono subito rimboccato le maniche senza pensare più di tanto, anche se non nascondo di essere stato un po’ deluso. Ora mi alleno con la Polizia che mi sento proprio di ringraziare per la disponibilità e quando sono a casa anche con Guido Paci e Federico Bresadola dello Sporting Campiglio. Obiettivi? Abbassare i punti FIS in gigante e slalom ovviamente e poi iniziare a graffiare in Coppa Europa. A novembre nei test con la B, voglio meritarmi le qualificazioni per il circuito continentale».