Fassa, venerdì lo slalom di Coppa Europa

Archiviata la prima tappa di Coppa di Coppa del Mondo maschile in Val d’Isere, ora l’interesse per le sfide di slalom speciale è orientato sul circuito continentale con gli appuntamenti italiani, compreso l’evento che andrà in scena venerdì 16 dicembre in Val di Fassa (prima manche ore 10, seconda 13).

In quest’ottica la gara di Coppa Europa in programma sul pendio dello Ski Stadium Aloch si annuncia speciale in tutti i sensi, soprattutto perché si tratta della ventesima edizione, ma pure per il fatto che sono attesi atleti di prima fascia, a partire dal fuoriclasse francese Clement Noel, vincitore  nel 2020 e 2021.

Stando alle liste iscritti inviate al Comitato Organizzatore dalle varie direzioni agonistiche internazionali venerdì prossimo sono attesi in Val di Fassa oltre 120 sciatori in rappresentanza di ben 26 nazioni. Ma come sempre bisognerà attendere la riunione di giuria di giovedì sera per avere il quadro completo per quanto riguarda la starting list.
Alla competizione fassana, che assegnerà anche l’11° Memorial Elke Pastore, preziosa dirigente e moglie del primo presidente dello sci club ladino trentino, sono attualmente iscritti anche i più forti slalomisti azzurri. Sicuramente ci sarà l’atleta di casa Stefano Gross, da confermare la presenza degli altri ragazzi del gruppo Coppa del mondo. Sarà della partita in forza il gruppo Coppa Europa agli ordini di Andrea Truddaiu con Tobias Kastlunger (ottimo decimo in slalom in Val d’Isere), Corrado Barbera, Gianlorenzo Di Paolo, Manuel Ploner, Tommaso Saccardi per citare qualche nome. E poi l’altro atleta di casa Federico Liberatore, Hans Vaccari e a seguire la pattuglia gli azzurrini.

Per gli organizzatori dello Ski team Fassa sono giornate di lavoro incessante, per garantire come è nel loro stile, un tracciato di gara di alto livello favoriti anche dalle abbondanti nevicate di questi giorni che hanno pure fornito un tocco fatato e completamente invernale all’ambiente circostante. Una pista magica e affascinante, che ha ospitato anche le Universiadi del 2013 e i campionati mondiali junior nel 2019, e che ha una lunghezza di 982 metri e un dislivello di 208 metri, con partenza a quota 1690 e arrivo a 1330 metri e con una pendenza massima del 49% sul muro a metà del pendio.

 

Altre news

Braathen operato di appendicite. Rientro per lo slalom iridato del 19?

Lucas Braathen è stato operato di appendicite acuta in Austria presso l'ospedale di Zell am See. Il fuoriclasse norvegese è stato dimesso in mattinata. Piinheiro ha accusato dolori forti all'addome durante una vacanza a Parigi dopo lo slalom di...

Alleghe, Pizzato gigante. Rigamonti (2°) si impone nel GPI Junior su Bertoldini e Claudani

Seconda gara ad Allegjhe: nel gigante Fis ottima prestazione dell'azzurrino Stefano Pizzato. Il C anticipa Leonardo Rigamonti Fiamme Gialle, quindi Andrea Bertoldini del Lecco AC, staccati rispettivamente di 42 e 56 centesimi. Bella prova dei due che si mettono dietro...

Coppa Europa, due top ten per le azzurre nelle discese di Chatel

La Coppa Europa femminile fa tappa sulle nevi francesi di Chatel con due discese e un superG, recupero di quello di San Pellegrino. Mercoledì, nella prima discesa, doppietta austriaca con Christina Ager che precede di 38 centesimi Nadine Fest,...

Limone, Platino si impone nettamente in gigante. Rosca anticipa Collomb e Marangon nel GPI

Seconda gara a Limone Piemonte griffata Equipe Limone e Ski College Limone. Ed è tempo di gigante Fis, con una netta vittoria dell'azzurra Elisa Platino che mette dietro di gran lunga altre due atlete della squadra nazionale: a 1.82...