Dirigenti e testimonial posano a Modena

Passarella presso Skipass di Modena per i Campionati Mondiali Junior di sci alpino Val di Fassa 2019. Il presidente del Comitato d’Onore Tiziano Mellarini ha presentato i dettagli della manifestazione e dei test events di dicembre, assieme al presidente della FISI Flavio Roda, al presidente di FISI Trentino Angelo Dalpez, al presidente del Comitato Organizzatore Davide Moser, ed ancora la procuradura del Comun Generale de Fassa Elena Testor e il direttore tecnico dell’evento Cesare Pastore. Fra gli intervenuti anche il testimonial dell’evento Stefano Gross e la vincitrice dell’ultima edizione della rassegna iridata giovanile di gigante Laura Pirovano, fresca del diciannovesimo posto a Soelden in Coppa del Mondo. 

TEST EVENT A DICEMBRE – Ma ecco le date del test event di questa stagione: lunedì 18 dicembre 2017 è infatti previsto lo slalom maschile in notturna sulla pista Aloch di Pozza di Fassa, competizione organizzata dallo Ski Team Fassa. Sempre lunedì e martedì sono previste le prove della discesa libera femminile sulla pista La Volata di Passo San Pellegrino. Si tratta di un nuovo tracciato lungo ben 2.300 metri, con lo start previsto a quota 2.510 e arrivo a 1.880, con un dislivello di 630 metri, una pendenza media del 28,4% e massima del 57%. Le gare test event femminili si disputeranno mercoledì 20 e giovedì 21 dicembre 2017.

PAROLA A MELLARINI E RODA – Entusiasmo e determinazione sono i concetti emersi dagli interventi dei rappresentanti del Comitato Organizzatore: «Per la Val di Fassa – ha precisato il presidente del Comitato Organizzatore Tiziano Mellarini – i Mondiali under 20 rappresentano una straordinaria opportunità di valorizzazione del territorio e per mettere in mostra le capacità organizzative dei nostri sci club, abituati da tempo con la Coppa Europa e con altri eventi di livello internazionale. L’augurio è che questi campionati possano rappresentare un trampolino di lancio per la Val di Fassa per entrare successivamente nel grande circo di Coppa del Mondo». Gli ha fatto eco il presidente della Fisi Flavio Roda: «Questa valle dal 2006 ha un ruolo strategico nella preparazione della nostra nazionale, visto che è centro federale di tutte le squadre nazionali dello sci alpino. In quest’ottica i Mondiali Junior rappresentano il giusto riconoscimento per quanto ha fatto in questi anni e sono convinto che sarà una grande edizione».