Elena Fanchini si ferma, a fine stagione nuova operazione alle ginocchia. Lo sconforto di Nadia sui social

Si sono rialzate tante volte, lo faranno anche in questa occasione, siamo pronti a scommettere… Per non mollare giusto a un anno dal sogno olimpico di PyeongChang 2018. Coraggio Elena e Nadia. La sorella maggiore delle Fanchini si trova in Corea per le preolimpiche di Jeongseon, ma purtroppo non può gareggiare a causa dell’ennesimo problema alle ginocchia martoriate che si trascina da inizio annata e ci spiega lei stessa, così: «A inizio stagione, a novembre, avevo fatto una risonanza magnetica perché non stavo bene – ci racconta la bresciana -. E dalla risonanza è emerso che avevo parecchi corpi mobili in giro per il ginocchio che mi creavano problemi e dolori, dovuti in primis al distacco e all’erosione della cartilagine. D’accordo con l’ortopedico Stefani avevamo deciso di sottoporci a una nuova operazione di pulizia solo a fine stagione, dato che ormai le gare erano alle porte. Ho sopportato il dolore per quest’annata, purtroppo però l’altro giorno durante un normale movimento in camera il ginoccchio mi ha ceduto, si è completamente bloccato causandomi un dolore enorme che non mi ha permesso di essere al cancelletto qui a Jeongseon. Per me è stata una scelta molto sofferta, con la testa e con il cuore volevo essere in pista, ma… il mio corpo me lo ha impedito».

Nadia ed Elena Fanchini (@Pentaphoto)
Nadia ed Elena Fanchini (@Pentaphoto)

LE PAROLE DI NADIA – Dall’Italia, anche a causa della sofferenza che sta vivendo la sorella, Nadia Fanchini, alle prese con la riabilitazione dopo l’intervento al braccio destro, ha postato queste parole sulla sua pagina di Facebook: «Lo sci ci ha dato tanto.. ma purtroppo ci ha anche tolto tanto! Da quando è iniziata questa bellissima avventura,abbiamo condiviso tante bellissime gioie, ma ogni volta,quando tutto sembrava perfetto si presentava sempre un dispiacere… In questi anni tra una e l’altra, abbiamo subito più di dieci infortuni,ma non abbiamo mai smesso di crederci e lottare… siamo sempre tornate, perché il cuore ci portava lì! Abbiamo sempre pensato e sperato che tutto sarebbe tornato come prima.. ma purtroppo gli infortuni ti cambiano e ti limitano!! Ma nonostante tutto vogliamo essere più forti del fisico che ci chiede di arrenderci..ma la testa no..la testa vuole! lei vuole continuare a sognare e sperare!!Dopo tutto questo, oggi siamo ancora qui a lottare nonostante tutto e tutti!!
Ma adesso è dura perché l’incubo sembra non voler finire mai, e le forze e il morale di affrontare tutto mi stanno abbandonando.. ».

Forza ragazze, non mollate adesso.

Nadia Fanchini al lavoro in palestra
Nadia Fanchini al lavoro in palestra

 

Altre news

Fisi: Stefano Maldifassi si candida alla presidenza. «Ho in mente una Federazione nuova»

«Pensare e vivere gli sport invernali». Questo lo slogan che chiude un breve video realizzato per annunciare la candidatura in Fisi di Stefano Maldifassi. È ingegnere biomeccanico, cinque volte campione italiano di skeleton e allenatore di quarto livello; Maldifassi...

A La Parva Colturi centra una doppietta in slalom; Tranchina secondo in gara-2

Doppietta in gigante la scorsa settimana, bis ieri e l'altro ieri in slalom. Lara Colturi ha fatto uno-due anche tra i rapid gates di La Parva, dove si sono svolte altre gare Fis. Possiamo dire che in quattro gare...

Marsaglia lotta ancora con entusiasmo: «Conta essere veloci, non l’età»

Matteo Marsaglia non molla, anzi, rilancia. Il romano di San Sicario, trentasette primavere a ottobre, è deciso più che mai per un'altra stagione in Coppa del Mondo. Reduce da un'annata davvero positiva, dove fra le varie prestazioni confortanti ha...

Vinatzer in Belgio: «Indoor per preparare l’Argentina. Contento del coach Del Dio»

Domani Alex Vinatzer effettuerà il secondo raduno sulla neve. Dopo quello di Saas Fee, il gardenese classe '99 con il team azzurro si prepara a quattro giorni nell'impianto indoor di Peer in Belgio. Eccolo Alex: «A Saas Fee alle 7.30 a...