È tempo di Campionati Italiani, tamponi obbligatori per tutti i partecipanti

Mentre sta per finire la Coppa del Mondo, sono pronte a iniziare le settimane dei Campionati Italiani, dopo un anno di stop forzato. La situazione sanitaria è sotto gli occhi di tutti (e non entriamo nello specifico) e la Fisi per precauzione ha deciso di agire di conseguenza e di intervenire in merito.

SI ENTRA NELLA BOLLA – I tamponi finora obbligatori in Coppa del Mondo e in alcune tappe di Coppa Europa (a discrezione delle località) arrivano anche ai Campionati Italiani. La Fisi ha comunicato ai Comitati regionali che tutti i partecipanti/convocati sono obbligati a sottoporsi a test PCR oppure a quello antigienico entro le 48 ore precedenti l’arrivo nella sede di gara e a fornire alle rispettive organizzazioni l’esito negativo del tampone.

Dunque si entra nella bolla anche per i Campionati Italiani Aspiranti che si svolgeranno a Pila dal 17 al 21 marzo, per gli Assoluti tra Livigno (22-24 marzo) e Santa Caterina (26-28 marzo) e per i Giovani di Santa Caterina (30-31 marzo).

TEST ANCHE AL CRITERIUM – Sabato e domenica, il 13 e il 14 marzo, è in programma anche il Criterium Cuccioli. E il protocollo sanitario – disponibile sul sito di Fisi Bolzano – prevede anche il test Covid-19. Azione di screening sul personale dell’organizzazione ogni tre giorni, test con esito negativo entro le 48 ore da presentare per tutti i partecipanti, oppure documento che attesti la positività avvenuta fra i 90 e i 21 giorni precedenti la fine dell’evento. Non ci sono ancora notizie in merito per i Campionati Italiani Children, anche se la linea tracciata sembra essere chiara.

Una sicurezza in più per atleti, allenatori, giudici e uomini di pista, per concludere al meglio una stagione che nonostante le difficoltà in qualche modo è stata portata avanti bene, seppur con alcuni doverosi aggiustamenti.

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE