Federica Brignone ©Agence Zoom

Nel giorno della discesa maschile iridata, un brusco risveglio in sala stampa a St.Moritz. Senza fare dietrologie e castelli di sabbia sia chiaro, ma l’aria sembra un po’ pesante. Sembrano essere sorte polemiche, prese di posizioni e smentite dopo delle affermazioni, presunte, in merito a Federica Brignone. La vincitrice di Mareo infatti, avrebbe sostenuto dopo l’uscita di Sofia Goggia nello slalom della combinata, che sui gradini del podio vi erano finite comunque le migliori. Brignone: «Hanno vinto le migliori», scrive la Gazzetta. Oppure il Corriere della Sera: «Goggia lascia a metà il capolavoro», e poi: «Sofia in testa nella libera, inforca nello slalom e rovina la combinata. Brignone la snobba». Titolo forte anche di Tutto Sport: «Goggia fuori e una frase che fa male», e nel sottotitolo Bignone che afferma». Hanno vinto le migliori». E Race Ski Magazine che nei consueti approfondimenti ha parlato di amarezza, tensioni, aspettative.

LA REPLICA DI BIGNONE – Subito in sala stampa è arrivata la precisione di Max Vergani, il capo ufficio stampa della FISI riporta cosa dice Federica questa mattina: «Io non volevo stuzzicare nessuno! Penso che l’atleta che vince sia sempre il migliore. E ieri lo sono state le tre sul podio. Mi è spiaciuto per Sofi perché penso che con i suoi nove decimi di vantaggio potesse benissimo fare una medaglia, ma lo slalom è sempre un punto di domanda. Holdener, Gisin e Kirchgasser sono comunque le tre donne da battere in combinata e penso che siano le migliori». Ci sta, un grande evento è così, gli occhi sono puntati su tutto e tutti. Ma ora è tempo della discesa: forza ragazzi!