Dopo Les Deux Alpes e Stelvio, chiude anche Zermatt/Cervinia

La situazione è sempre più critica. Ghiacciai in sofferenza, per caldo e siccità, sci estivo ormai al minimo sulle Alpi. Dopo Les Deux Alpes e lo Stelvio, ha annunciato la chiusura degli impianti anche Zermatt/Cervinia. Ultimi giorni a Plateau Rosa poi stop anche qui. Resta ancora Saas-Fee che iniziato la stagione solo ai primi di luglio, chiudendo però ai turisti e limitando di quasi la metà l’area destinata agli allenamenti, e Hirtetux, anche se condizioni pure in Tirolo non sono certo ottimali.
E allora si aspetta (almeno le Nazionali maggiori) la partenza per il Sudamerica o la Nuova Zelanda, dove è inverno vero, con molte precipitazioni nevose, oppure si viaggia verso il Nord Europa per allenarsi negli ski dome.

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...