Damiano Scolari: «Un gruppo eterogeneo che funziona». Nove ragazze dallo slalom alla discesa

Dei due gruppi ne è rimasto uno unico che include «circa il 90% di ragazze che hanno già fatto Coppa Europa». Il gruppo femminile di Coppa Europa quest’anno è affidato a Damiano Scolari che si interfaccia con Massimo Carca, direttore tecnico giovanile. «È un bel gruppo – spiega Scolari, che negli anni ha anche seguito i team di Coppa del Mondo come preparatore atletico -. I giorni programmati sono stati svolti e il lavoro procede bene: siamo ripartiti un po’ dalle impostazioni del passato». In squadra ci sono Giulia Albano, Anita Gulli, Vera Tschurtschenthaler, Petra Unterholzner, Monica Zanoner, Asja Zenere, Ilaria Ghisalberti, Serena Viviani e Carlotta Da Canal che ha da poco rimesso gli sci ai piedi dopo l’infortunio al legamento crociato. «Viviani e Ghisalberti sono le ragazze che hanno fatto qualche comparsa, ma non hanno ancora grande esperienza in Coppa Europa». 

Carlotta Da Canal, ritornata in pista da pochi giorni

È un gruppo eterogeneo, ci sono ragazze che strizzano l’occhio alla velocità, altre che si dedicano al gigante oppure allo slalom. «Gestire un gruppo così misto da una parte è difficile, dall’altra è più facile proporre loro cose diverse. Le slalomiste per esempio non devono fare solo slalom, idem per le gigantiste. Con le slalomiste abbiamo fatto anche un po’ di superG per acquisire le sensazioni della velocità. Sono ragazze che devono crescere tecnicamente e quindi optiamo per proporre tipi di curva differenti». Nei primi mesi della nuova stagione hanno sciato insieme, dagli ultimi periodi hanno invece iniziato a dividersi per sfruttare piste e collaborazioni in pista (con altre federazioni) e al fianco della squadra di Coppa del Mondo. «Ora sono tornato a casa con le gigantiste, mentre le slalomiste sono rimaste a Saas-Fee per sciare con le quattro ragazze della Coppa. Con Matteo (Guadagnini, ndr) c’è una bella sinergia e cerchiamo di aggregare le più piccole. Direi che stiamo facendo un bel lavoro, con la speranza di proseguire anche nei mesi di ottobre e novembre». Fino a venerdì quindi sul ghiacciaio elvetico si allenano Irene Curtoni, Lara Della Mea, Martina Peterlini, Marta Rossetti, Anita Gulli, Serena Viviani, Vera Tschurtschenthaler e Petra Unterholzner. 

Altre news

Quante medaglie vincerà la Svizzera ai Mondiali?

È sicuramente una delle squadre più competitive ai Mondiali di Courchevel/Méribel. Tanto che dei quattordici atleti della squadra maschile, previsti per la rassegna iridata francese, Swiss-Ski al momento ne ha inseriti solo nove, attendendo i risultati dell’ultimo slalom di Coppa...

Pinturault, Noel, Clarey, Worley: i francesi al via dei Mondiali di casa

Sono i Mondiali di casa e dunque i francesi vorranno fare bella figura. Occhi puntati prima di tutto sull’atleta di casa, visto che a Courchevel ha l’albergo di famiglia (l’Annapurna), vale a dire Alexis Pinturault. La prima gara iridata è...

Coppa Europa, Molteni sul podio nella seconda discesa di Orcieres. Quarto Zazzi

Seconda discesa di Coppa Europa in Francia, sulle nevi di Orcieres. Doppietta svizzera con il successo di Marco Kohler che chiude con 14 centesimi di vantaggio su Josua Mettler, mentre sul terzo gradino del podio sale Nicolò Molteni a...

Val di Fassa, Goggia e le azzurre della velocità preparano i Mondiali

Appena archiviata la 50a Marcialonga e la terza edizione della Fis Baltic Cup, la Val di Fassa torna a puntare l’obiettivo sulle Piste Azzurre, casa degli azzurri dello sci alpino, grazie alla collaborazione fino al 2026 con la Fisi. Per...