“Cortina 41 – il Mondiale fantasma” è il nuovo libro di Max Vergani

“Cortina 41, il Mondiale fantasma” è l’ultimo libro scritto da Massimiliano Vergani – per tutti Max – responsabile della comunicazione della Fisi. Giornalista, amante del teatro, della storia e dello sport, ha scritto sette libri, ma “Cortina41 – Il Mondiale fantasma” è il primo dedicato agli sport invernali, materia di cui scrive da 30 anni.

Le imprese degli atleti che si imposero nel 1941 sulle nevi di Cortina sono state tolte dagli annali dalla Federazione Internazionale dello Sci. Questa storia non si sarebbe mai dovuta scrivere. Anzi, per legittimo volere della Federazione Internazionale dello Sci, fu cancellata dagli annali immediatamente dopo la Seconda Guerra Mondiale. Ma le imprese degli atleti che si imposero nel 1941 sulle nevi di Cortina, durante il Campionato del mondo di sci, furono più forti di ogni decisione della politica sportiva. Il Mondiale fantasma di Cortina 1941 fu uno dei momenti più alti della carriera di Celina Seghi. In quell’occasione la sciatrice abetonese, scomparsa nel 2022 all’età di 102 anni, interruppe, almeno parzialmente, il dominio assoluto di Christl Cranz, che si era presentata a Cortina forte di 12 ori mondiali e un oro olimpico. Allora ventenne, Celina Seghi conquistò l’oro nello slalom e l’argento nella combinata, ma come tanti altri talenti della sua generazione perse gli anni migliori per colpa della guerra.

Zeno Colò, all’epoca ventenne di belle speranze, pur essendo uno dei giovani azzurri più promettenti, non partecipò alle gare; tuttavia da apripista fece registrare un tempo che lo avrebbe classificato sul podio davanti al compagno Marcellin e al tedesco Cranz. Le gesta di quegli eroi, le sfide epiche sui campi di gara, rimasero negli occhi degli appassionati e furono tramandate di generazione in generazione. Al di là di ogni valutazione politica, il Mondiale fantasma del 1941 fu il più grande evento sportivo in tempo di guerra. Prefazione del giornalista Flavio Vanetti e postfazione dello storico Nicola Sbetti.

SCHEDA LIBRO
Titolo: CORTINA41 – Il Mondiale fantasma
Autore: Max Vergani
Pag.: 190
Costo: 18,50
Copertina: Osvaldo Casanova
Acquista online

Altre news

Roberta Melesi lancia un bel segnale: «Ho tirato fuori quello che sto costruendo»

Dietro a Marta Bassino e Federica Brignone (ieri nona con alcune sequenze buone e altre da rivedere) c'è qualcosa che si muove. Ed è una bellissima notizia per il gigante azzurro e più in generale per tutto il movimento....

Divertimento e spensieratezza le parole d’ordine di Marta Bassino

Prima di Soelden, gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di seguire le atlete in pista, parlavano di due atlete in grande forma: la svedese Sara Hector (ieri terza) e l'azzurra Marta Bassino. Ma poi quel gigante sul...

Kilde apre le danze della velocità con un successo a Lake Louise

La prima discesa della stagione è nel segno di Aleksander Aamodt Kilde. A Lake Louise il maltempo concede una tregua: visibilità spesso piatta, a volte con il sole, ma pista bella compatta. Il norvegese, con il pettorale 6, primo...

Killington: Bassino seconda dietro solo a Gut-Behrami. Nona Brignone, Melesi ottima 11a, primi punti per Colturi

È di Lara Gut-Behrami il primo gigante della stagione. L'elvetica ha vinto la prova di Killington - con partenza abbassata per il vento - con soli 7/100 sull'azzurra Marta Bassino che centra subito il podio, il ventiduesimo della sua...