Settimana scorsa si è tenuta a Cortina d’Ampezzo, sede ufficiale dei Mondiali di sci alpino 2021, la seconda riunione del Gruppo di Coordinamento. La delegazione, accolta da Paolo Nicoletti, CEO del Comitato Organizzatore Locale, includeva anche membri della FIS guidati dal segretario generale, Sarah Lewis. Presente il direttore sportivo dello sci alpino della FISI, Massimo Rinaldi, e altri rappresentanti di Infront Sports&Media.

OBIETTIVO PRIMARIO – L’obiettivo primario dei due giorni di incontro è stato centrato sul lavoro dedicato allo sviluppo delle piste e della finish area. Le gare di velocità, come già ricordato, avranno un traguardo diverso rispetto a quello classico sulla pista Olympia delle Tofane, nella zona del Rumerlo. Lo slalom ne avrà uno nuovo di zecca, da costruire utilizzando una parte della vecchia pista Druscié. Sarà fatto un ulteriore investimento sul sistema dei trasporti da e per l’area d’arrivo. Il Governo italiano ha già confermato l’investimento significativo prodotto per rendere più moderna la strada che sale a Cortina d’Ampezzo, investimento che ammonta a 40.000.000 di euro da utilizzare anche per la sistemazione delle varie piste e ha approvato un decreto legge atto a facilitare i progetti di costruzione.

L’arrivo di una gara a Cortina sulla Olympia delle Tofane (@Zoom)

FIS – Dopo la canonica visita sui luoghi di gara (già esistenti, naturalmente), nella seconda giornata del meeting si è parlato di altri aspetti relativi a Cortina 2021. Il team di lavoro, assieme alla FISI, ha mostrato quanto già realizzato negli ultimi sei mesi, aggiornando la Federazione internazionale sui membri dello staff, sul reclutamento dei volontari, sul logo della manifestazione ecc. ecc. «E’ stata una visita breve, ma molto utile – ha detto Sarah Lewis – giusto dopo la nomina di Alessandro Benetton alla Presidenza della Fondazione Cortina 2021. Durante queste due giornate abbiamo parlato degli aspetti più importanti relativi al traguardo delle piste, alla road map verso il 2021 e ai tempi da rispettare. La base ora è solida, soprattutto dopo il significativo supporto del Governo».

Daniela Merighetti in ricognizione a Cortina @ZOOM agence