Roberta Midali ©Fisi/Pentaphoto

Il rammarico è tanto: Roberta Melesi, dopo una prima manche così così, ma comunque nella top ten (settima a 1.29) è partita all’attacco nella seconda, ma è arrivata lunga nel finale, andando a inforcare l’ultima porta. Sarebbe rimasta nella dieci e sarebbe balzata in testa alla graduatoria di gigante in Coppa Europa, invece resta seconda a sei punti dalla polacca Maryna Gasienica. Ma domenica si replica: si gareggia in Germania, a Berchtesgaden; tracciato tecnico, neve dura e ben trattata.
La vittoria va alla diciassettenne neozelandese Alice Robinson che firma il best crono nella seconda manche, recupera tre posizioni e va ad imporsi sulle norvegesi Kaja Norbye e Marte Monsen, staccate rispettivamente di 42 e 52 centesimi. L’Italia piazza comunque due atlete nella top ten: Roberta Midali, settima con un distacco di 1.14 – recuperando quattro posizioni nella seconda manche – e Valentina Cillara Rossi, decima a 1.64. A punti anche Luisa Bertani sedicesima, Elena Sandulli venticinquesima e Laura Pirovano ventottesima. Fuori nella seconda manche Carlotta Saracco, erano già uscite nella prima Karoline Pichler e Jole Galli.

LA CLASSIFICA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.