Pfitscher
Heini Pfitscher ©Andrea Chiericato

Le azzurre di Coppa Europa hanno concluso un altro raduno, con programmi divisi in base alle necessità. Il 9 e 10 ottobre sono stati effettuati i test atletici, poi chi prima chi dopo, tutto il team si è trasferito a Hintertux. Un lungo periodo di allenamento con Heini Pfitscher e lo staff azzurro. «Le ragazze stanno bene e finalmente sono ritornate al completo – dice il responsabile della squadra -, le velociste hanno sciato solo in Austria e poi sono tornate a casa, le altre ragazze invece si sono poi spostate in Senales per una sessione conclusiva di slalom».

LE INFORTUNATE RECUPERANO – Anche le infortunate sono ritornate in pista. Vivien Insam ha ripreso a sciare tra i pali alti. «Fino all’altro giorno faceva solo addestramento – prosegue Heini -. Fisicamente sta bene, deve solo riprendere a sciare». Per Elena Dolmen ci vorrà ancora un po’ di pazienza, «ma sta meglio», mentre Lucrezia Lorenzi era già rientrata a inizio settembre. E’ tornata a casa due giorni prima per un controllo medico. «Deve gestirsi perché sta bene, ma il piede tende a gonfiarsi».

PROSSIMO RADUNO – Tra pochi giorni il gruppo Coppa Europa tornerà in pista, ancora una volta diviso. Le velociste tornano a Hintertux per lavorare con il team di Coppa del Mondo, le slalomgigantiste saranno invece in Val Senales. «La velocità ha già fatto un bel lavoro a Saas-Fee, ora ci siamo concentrati più su gigante e slalom, anche in vista della combinata».