Alex Vinatzer

L’Italia dello slalom c’è. Almeno in Coppa Europa. Nel secondo slalom di Levi il protagonista è Alex Vinatzer: best crono nella seconda manche e sei posizioni guadagnate, dalla settimana alla prima. Con margine. Secondo il tedesco Linus Strasser, al comando dopo la prima manche, che si è beccato 99 centesimi nella seconda discesa ed è finito con un ritardo di 62. Terzo il russo Alexander Khoroshilov, diciottesimo a metà gara. Due atleti da Coppa del Mondo. Ma è tutta la squadra azzurra a rispondere presente: nel primo slalom finlandese tre nei dieci e sei nei quindici, oggi di nuovo tre nel dieci e cinque nei quindici. E soprattutto cambiano le facce: ieri Gori, Liberatore, oggi Vinatzer e Fabian Bacher che ha chiuso quinto, recuperando tre posti, finendo a 79 centesimi dal compagno di squadra, e a soli 14 dal podio. Resta nella top ten Giuliano Razzoli, ottavo, vola Hans Vaccari, da trentesimo a dodicesimo col quarto tempo di manche, quattordicesimo Hannes Zingerle. E come il primo giorno c’era il rammarico per Simon Maurberger al comando dopo la prima manche (oggi decimo nella prima discesa e ventiduesimo alla fine), nel secondo slalom peccato per Federico Liberatore che, dopo il secondo posto della prima manche a soli 4 centesimi da Strasser (con lo stesso tempo del vincitore di ieri, lo svizzero Simonet, finito al nono posto), è scivolato fuori dai primi trenta nella seconda. Nel nostro calendario la classifica completa.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.