Luca Caselli con Manfred Moelgg ©Gabriele Pezzaglia

Doveva smettere, almeno ci ha pensato. Invece la voglia di circo bianco e, soprattutto, della sua squadra lo hanno convinto a proseguire con entusiasmo. Luca Caselli è il fisioterapista ed osteopata della squadra di slalom. Parmense di Fontanellato, è pronto per un’altra avventura con i suoi ragazzi. E sarà la decima stagione consecutiva. E così con Stefano Costazza responsabile e nello staff Daniele Simoncelli e Andrea Viano il team tecnico è completato (Michael Moelgg e Andrea Noris skiman ditta).

Patrick Thaler nel centro di Fontanellato con Luca Casellii

ECCO CASELLI – «A volte, a fine stagione, ho riflettuto se andare avanti. Ho deciso tuttavia che la squadra azzurra di Coppa del Mondo dello slalom è la mia seconda famiglia. Manfred Moelgg, Stefano Gross e poi Giuliano Razzoli, che è emiliano come me e spesso lavoriamo insieme – ci dice Luca -, con questi tre senatori dello slalom ho un rapporto speciale, tante le battaglie vissute insieme, i momenti no ma anche tanti successi (nel team c’è poi Fabian Bacher). Peccato solo l’addio all’agonismo di Patrick Thaler, ma ho letto da voi (raceskimagazine.it) che farà l’allenatore e quindi ci sarà modo di vedersi ancora». Nei quadri tecnici pubblicati dalla FISI mancava il nome di Caselli.«Ma non solo dello slalom, ma anche degli altri team – ancora Caselli -, dobbiamo ancora definire alcune questioni con la commissione medica e aspettiamo i contratti. Anche gli altri fisioterapisti/osteopati dovrebbero continuare, qualcuno a servizio più ridotto. Vedremo».