©Pegasomedia

Le gare DoloMyths sono uno degli appuntamenti più attesi nel panorama skyrunning italiano. Gare perché c’è una distanza ultra (sei sentieri del Sellaronda, che è andata in scena nello scorso fine settimana), una sky (che si correrà domenica) e un vertical (andato in scena venerdì). Il palcoscenico è quella della Val di Fassa, con Canazei cuore della manifestazione. E sui mille metri di dislivello del vertical – con partenza ad Alba di Canazei a 1.465 metri e arrivo a Spiz di Crepa Neigra a 2.465 metri – si è cimentata per la prima volta Chiara Costazza, chiudendo 24ª con il tempo di 59’30”, sotto la soglia dei 60 minuti, come si era prefissata di fare prima del via.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.