©Pegasomedia

Le gare DoloMyths sono uno degli appuntamenti più attesi nel panorama skyrunning italiano. Gare perché c’è una distanza ultra (sei sentieri del Sellaronda, che è andata in scena nello scorso fine settimana), una sky (che si correrà domenica) e un vertical (andato in scena venerdì). Il palcoscenico è quella della Val di Fassa, con Canazei cuore della manifestazione. E sui mille metri di dislivello del vertical – con partenza ad Alba di Canazei a 1.465 metri e arrivo a Spiz di Crepa Neigra a 2.465 metri – si è cimentata per la prima volta Chiara Costazza, chiudendo 24ª con il tempo di 59’30”, sotto la soglia dei 60 minuti, come si era prefissata di fare prima del via.