Pietro Canzio
Pietro Canzio ©Augusto Bizzi

Pietro Canzio torna sul podio. A distanza di ventiquattro ore, il veneto dello Ski College ha conquistato un’altra medaglia ai Giochi Olimpici Giovanili di Lillehammer. Sulle piste di Hafjell, Canzio ha conquistato il bronzo nella combinata alpina, dopo il sesto posto iniziale. L’azzurrino ha concluso a 78/100 dalla vetta, occupata ancora una volta da River Radamus, seguito dallo skiman italiano Bruno Grandi. L’americano ha vinto in 1.52.87 e preceduto l’austriaco Manuel Traninger. Non è riuscito a conquistare la medaglia Michael Tedde, secondo dopo il superG e autore di una brutta manche di slalom. Il valdostano ha fatto segnare il diciassettesimo tempo fra i rapid gates, a quasi tre secondi di stacco. Tedde è scivolato al decimo posto, a 2.25 dall’americano.

SUPERG – Nel supergigante di questa mattina, il miglior tempo lo aveva fatto registrare sempre River Radamus (1.11.15). Secondo posto per il valdostano Michael Tedde, a 89/100 e terzo il finlandese Sampo Kankkunen, a 1.12. Pietro Canzio era sesto, a 1.30 dalla vetta.

PROGRAMMA – Domani lo sci alpino non sarà in pista. Si riprenderà martedì 16 febbraio con il gigante femminile. Il 17 toccherà agli uomini.