Brunner: "Lo sci italiano ha bisogno di più visibilità"

Il nuovo DS: "Mi occuperò di marketing, sponsor e media"

L’ufficio di presidenza della Fisi ha ufficializzato due nuovi innesti: stiamo parlando di Robert Brunner e Antonio Frattarelli, che si occuperanno di managment e relazioni con sponsor e media. Brunner, cinquantotto anni di Vipiteno, si prenderà cura dello sci alpino, Frattarelli, sessantatre anni di Serravalle Scrivia e già presidente Salomon Italia, lavorerà in particolare sulle altre discipline della federazione. La Fisi insomma ha investito sul settore del marketing e della comunicazione, una scelta che il presidente Giovanni Morzenti ha perseguito con decisione, contattando due ‘personaggi’ sicuramente esperti e stimati nell’ambiente degli sport invernali. Quando sono stati ufficializzati questi nuovi incarichi, ci siamo messi in contatto telefonico con Robert Brunner: “Dopo nove anni torno in Italia, sono molto contento di questa nuova avventura, in seguito ad un periodo parecchio intenso oltre Brennero in cui sono cresciuto molto dal punto di vista professionale e delle relazioni, lavorando con grandissimi campioni. Come è nato questo mio inserimento? Il presidente Morzenti mi aveva contattato già da diversi mesi. Alla fine ci siamo incontrati ed ho accettato. Il mio ruolo è ‘direttore sportivo’, anche se ribadisco che con la direzione agonistica non c’entro nulla perché il mio ruolo non è tecnico. Mi occuperò di gestire il rapporto con gli sponsor federali, sia quelli in essere e sia lavorando per cercare nuove risorse. In Italia è necessario che lo sci alpino torni ad essere uno sport seguito, deve ricevere le giuste attenzioni. Importante sarà quindi curare tutto un discorso legato agli eventi, e poi  rapportarsi con i media, sempre operando in contatto con l’ufficio stampa federale. I giornalisti hanno bisogno di noi certo, ma noi di loro ancora di più. Bisogna comunicare meglio questo sport e garantire a chi investe nello sci la giusta visibilità”. Brunner sarà attore sul campo: “Certo, non mancherà il lavoro a fianco degli atleti, ogni dettaglio va curato. Per questo seguirò anche parte degli allenamenti estivi per conoscere i ragazzi”. Invariato comunque il ruolo di Max Rinaldi con il settore maschile e di Adriano Iliffe con quello femminile: si occuperanno di logistica, organizzazione e trasferte.  

Altre news

Flavio Roda nominato vice presidente della Fis

Prima riunione a Zurigo del nuovo Consiglio della Fis. Il presidente della Fisi, Flavio Roda, rieletto in consiglio con il maggior numero di consensi (114), è stato nominato vice presidente, insieme al ceco Roman Kumpost, al giapponese Aki Murasato...

Trentino, nello staff arrivano Menegalli e Ferrari

l settore sci alpino del Comitato Trentino della Fisi ha un nuovo staff tecnico per la stagione sportiva 2022/2023. Il riconfermatissimo direttore tecnico Matteo Guadagnini, con una rilevante esperienza internazionale, ha creato un nuovo gruppo di lavoro con allenatori...

Innerhofer ad agosto sugli sci. Intanto bici e atletica

Fra i vari big degli sporti invernali al via della 35a edizione della Maratona Dles Dolomites c'era anche Christof Innerhofer. Classe ''84, altoatesino di Gais, si è cimentato nel percorso medio di 106 chilometri e 3000 metri di dislivello....

A luglio tempo di elezioni anche in AOC e FVG

Dopo Alto Adige, Trentino, Liguria e Asiva, altri due comitati hanno fissato le date delle assemblee elettive. Sarà proprio il Comitato Alpi Occidentali ad aprire la tornata elettiva, visto che l’appuntamento sarà il 22 luglio nella Sala Convegni Coni a...