Bertagnolli-Ravelli, primo oro azzurro alle Paralimpiadi

Dopo la medaglia d’argento in Super G di ieri, Giacomo Bertagnolli e la sua guida Andrea Ravelli regalano all’Italia il primo oro azzurro ai XIII Giochi Paralimpici invernali di Pechino 2022 nella supercombinata e domani (ore 11.20 ora italiana) potranno godersi l’Inno di Mameli nella Medal Plaza. Per il ventitreenne trentino delle Fiamme Gialle si stratta della sesta medaglia alle Paralimpiadi dopo le quattro di PyeongChang 2018 con Fabrizio Casal, che stamattina è stato tra i primi a voler farsi una foto con il portabandiera azzurro con cui ha condiviso numerosi successi.

Dopo aver terminato la prima manche, quella di superG, in terza posizione, nello slalom Bertagnolli e Ravelli hanno attaccato sin dalle prime porte, terminando la prova con il tempo di 1:49.80, 2.18 di vantaggio dagli austriaci Johannes Agner e Matteo Fleischmann (1:51.98). Il bronzo è andato ai britannici Neil Simpson e Andrew Simpson (1:52.81).

“Era una medaglia a cui tenevo molto perchè era l’unica che non avevo vinto quattro anni fa ai Giochi di PyeongChang – racconta un emozionatissimo Bertagnolli – non pensavo di farcela perché il livello è diventato molto alto e in questo momento è difficile solo pensare al podio. Abbiamo disputato, però, due manche veramente belle, in cui siamo riusciti a esprimerci bene, anche se tecnicamente non è stata la mia gara migliore. Ci abbiamo messo l’anima e abbiamo rischiato ma se vuoi prendere l’oro devi per forza rischiare”.

BEIJING NEWS

BEIJING VIDEO NEWS