Berchtesgaden, perla Haugan. Sala sedicesimo, Bosca retrocede, Brean c’è

Diciannovesimo Maurberger. Domani slalom

0
Timon Haugan ©Agence Zoom

La Norvegia fa paura, come sempre. Uomini, donne, Coppa del Mondo, Coppa Europa. Primeggia a priori. E lo fa anche oggi, sulle nevi tedesche di Berchtesgaden nel gigante del circuito continentale maschile. Trionfa il ’96 Timon Haugan e sul podio poi ragazzi di valore: ecco gli svizzeri con il campione del mondo junior Marco Odermatt a 14 centesimi e a 26 Marc Rochat. A 41 centesimi al quarto posto un altro norvegese, al via con il 43: è Fabian Solheim. Poi l’armata austriaca: Dominik Raschner, Marcel Mathis, Patrick Feurstein. E gli italiani? Arrancano sul sale bavarese, utilizzato dagli organizzare per provare a far tirare il manto. Giulio Bosca, brillante in Coppa del Mondo a Kranjska Gora, dal settimo posto scivola al ventiduesimo.

Tommaso Sala © Gabriele Pezzaglia

Il migliore è Tommaso Sala sedicesimo a 1.02. Certo, i distacchi non sono pesanti, ma oggi non lottiamo per il vertice. Simon Maurberger diciannovesimo a 1.19, poi dicevamo Bosca ventiduesimo a 1.23.

GUARDA LA CLASSIFICA DEL GIGANTE 

BREAN C’E’ – E Alessandro Brean? Il portacolori dello Ski Team Cesana di Uccio Ferraris chiude ventiquattresimo a 1.27: è una delle bandiere degli #InossidabiliSenior, sempre poco considerati ma tuttavia pronti a lasciare il segno. Ventiseiesimo l’atleta delle Fiamme Gialle Alex Hofer, trentesimo l’atleta di interesse nazionale Andrea Ballerin. Fuori dalla top 30 Alex Zingerle, Alex Vinatzer, Hannes Zingerle, Federico Liberatore. Domani slalom.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.