Cosa sta succedendo al giovane romano?

I tecnici sembrano dargli fiducia ancora (e verrebbe da dire ci mancherebbe altro), ma non bisogna far finta che nell’ambiente azzurro iniziano a sorgere, seppur velatamente, malumori sul fatto che Giordano Ronci non riesca a qualificarsi in Coppa del Mondo. Uno sciatore atipico Giordà, forse perchè ‘romano de’ Roma’, forse perchè non ha mai fatto parte di nessun Comitato o sci club, forse perchè portato da papà Antonio dalla categoria baby alla Coppa Europa.

AL VERTICE DEL MONDO GIOVANILE – Si è fatto da solo, o forse lo ha fatto da solo proprio quel vulcanico padre. Un tipo strano Giordà, che nonostante un paio di gravi infortuni e un intervento chirurgico nel pieno della categoria Giovani, è riuscito a vincere due titoli italiani di slalom juniores, fare un bronzo assoluto, sfiorare l’anno scorso il ‘posto fisso’ nel circuito continentale e vincere uno slalom davanti ad un certo Enrik Kristoffersen. Un tipo singolare Giordà, che sembra all’apparenza uno che non ci mette quell’impegno meticoloso e maniacale del giovanotto alpino, ma che invece si è sempre allenato come un forsennato dodici mesi su dodici.

ZERO PUNTI IN CDM – Però attenzione, quello che è vero e giusto bisogna dirlo. Ad oggi ci si aspettava di più da questo classe ’92: ci aspettavamo, e sicuramente anche lui si aspettava, una qualifica, almeno qualche punticino nella massima serie. Invece dopo quattro slalom zero punti e anche in Coppa Europa non è stato così all’altezza dei big come lo scorso inverno. E per di più in gara è apparso discontinuo, ballerino, con poca resistenza, spossato e soprattutto spaesato.

FUTURO – Cosa succede? Forse è necessario aspettarlo ancora però, non può aver disimparato a sciare, tanto più che da questa primavera è in tutto e per tutto con la squadra A. Forse meglio riportarlo in Coppa Europa e basta? Un errore. Molti big che oggi primeggiano hanno fatto davvero fatica alle prime apparizioni in Coppa del Mondo, vedi in slalom Fritz Dopfer, Calle Lindh o Alexis Pinturault per fare qualche nome. E poi portare chi? D’altronde parte a ridosso dei 30 e poi siamo sicuri che altri giovani dietro si qualificarebbero pronti via? Aspettiamolo (e aspettiamoli questi giovani) dunque. E crediamo ancora in Giordà verrebbe proprio da dire…

14 COMMENTI

  1. Sono il primo a dire che si deve svegliare ma non mi sembra che non stia facendo risultati da anni! Ripeto: lo scorso anno ha rischiato di vincere l copp europa. Quest anno è partito maluccio… E allora lo sbattiamo subito a casa? Dare fiducia ad un giovane non vuol dire fargli fare qualche gara e pretendere che vada forte bensí inserirlo con esperienza nel mitico circo bianco

  2. Credo che un Atleta di livello come Giordano debba essere tutelato, è protetto dagli allenatori e dalla Federazione, gli obbiettivi sono importanti, le aspettative, ma le punizioni a cosa servono? La bocciatura può spronare, ma anche deprimere, in fondo sono solo 4 gare a ridosso dei trenta che manca la qualifica. Come dice Emanuenza Giordano e Papà Antonio non sono tipi che si abbattono così facilmente, hanno dimostrato nel lungo cammino di avere sempre ragione, con prove e riprove.
    Lo sci non é uno sport fatto di chiacchiere, se sei arrivato in Coppa del Mondo te lo sei guadagnato, se hai un momento difficile puoi essere anche "aiutato " e non allontanato……..

  3. Inutile lamentarsi e pretendere da Giordano una concentrazione e fiducia in se stesso quando il contorno sembra sia il primo a volergliela togliere. Siamo tutti consapevoli dei grandi risultati fatti (e si parla della scorsa stagione, non di secoli fa) e delle sue potenzialità conseguite grazie ad un allenamento casalingo e di conseguenza più arduo ma maggiormente apprezzabile. Stiamo parlando di una sola stagione nel massimo circuito, non vi sembra esagerato criticare in questa maniera pensando addirittura di escluderlo? Il tempo passatoci è poco, e le pressioni sono tante, troppe. Di sicuro un sostegno importante alle spalle come ogni atleta ha sarebbe di grande aiuto, in primis dalle persone che lavorano con lui ogni giorno e sono competenti in questo ambiente. Bisogna solo trovare il modo per far si che si sblocchi psicologicamente poiché fisicamente non ci sono dubbi sulla sua preparazione. Facciamo si che tenga duro, stimoliamolo! Forza Giordano, dimostra che ti meriti quel posto!

  4. Mi trovo in accordo con Engelit, anche se non sono sicuro che dietro ci sia il baratro, anzi ci sono molti giovani promettenti ma il loro futuro dipenderà dalla volontà della Fisi di fare un serio progetto. GioBG, mi chiedo, ma la Tua severità nel giudicare atleti di grande livello deriva dai grandi risultati agonistici da Te ottenuti o semplicemente dalla classica classe dello sportivo medio italiano.

  5. I risultati di questo ragazzo sono la fotografia delle capacita`dei tecnici che lo hanno in mano. Sono capaci tutti di vincere con campioni esperti e gia`formati ma sicuramente con un ragazzo del genere c`e`da lavorare ed evidentemente non hanno la capacita`di farlo. L'anno scorso allenandosi col padre vinceva delle gare in coppa europa, 4 primi posti in prima manche, questa'anno nemmeno nei trenta in europa cup. Che la colpa sia solo sua??
    In altre nazioni un ragazzo cosi giovane veniva tutelato ed allenato in maniera piu`personalizzata anche nella preparazione atletica qui invece lo si manda a fare le garette. Evidente incapacita`di gestione e organizzazzione. Certo la quasi morte dei corpi militari contribuisce al vuoto che c`e`nei giovani ma la grande incapacita`della fisi ci mette molto del suo. I corsi allenatori sono solo un modo per fare cassa e non insegnano nulla ne selezionano persone capaci di fare l'allenatore ma solo dei chiaccheroni. Gli allenatori piu`prestigiosi li mandiamo via per risparmiare e quindi ci troviamo con un ragazzo che partirebbe col 36 in coppa che va a fare altro….mentre quelli col 60 proveranno chiaramente senza speranza a qualificarsi …robe da pazzi.
    Giriamo i soldi della fisi agli atleti che si allenino per i fatti loro, visto che gia`ora ormai hanno un allenatore personale, vedi Thaler e gli altri, e mandiamo a casa sti incapaci.
    Tieni duro Giordi.
    Paolo

  6. C'è un ragazzo del 92 che senza aiuto della federazione ha vinto in coppa Europa battendo Kristoffersen meno di un anno fà, cosa che non sono riusciti a fare Gross Deville ne tanti altri nostri sciatori in tante gare di coppa Europa. Ed ora c'è chi dubitando delle sue qualità per un periodo sfortunato. E' il momento che la federazioni lo aiuti e gli dii piena fiducia, questo ragazzo è un patrimonio dello sci italiano !!!!!!

  7. Non sono per niente d'accordo con alpedan.. allora se non si qualifica mai va bene lo stesso tanto non abbiamo nessuno dietro? con questa politica il ragazzo non crescera' mai, gia' non ha fatto il psoto fisso l'anno scorso, sempre a giustificare.. non si va da nessuna parte

  8. Chi sono questi 95 che vincono scusa? Purtroppo, e ripeto purtroppo dietro Ronci ora c'è il vuoto! Chi facciamo scendere scusa? Piacerebbe anche a me poter contare su una squadra giovanile ricca di talenti, ma non è cosi! E tutti gli allenatori compresi quelli dei comitati che girano a petto gonfio senza titar fuori un atleta valido dovrebbero cominciare a farsi qualche domanda. Tornando a Ronci penso che nella vita tutti hanno degli sbandamenti e io sono il primo che rimase deluso dalle sue prestazioni scadenti ma di sicuro non posso dimenticare imprese dello scorso anno che in pochi hanno fatto! In tutte le altre Nazioni ai giovani si da fiducia, da noi se non vai bene ti senti subito messo da parte! Ma come fa un atleta a partire al cancelletto sapendo che se non va bene rischia il posto??? Come scrive l' articolo( io ovviamente gia lo sapevo) gente come Dopfer ha impiegato piu di 20 gare prima di qualificarsi!!!
    Sarebbe giusto forse mettere in discussione il posto se dietro poi avessimo altri grandi talenti… Ma ripeto: dietro c'è il baratro!!
    Quindi punto su quello che ho, al momento vale poco perche vediamo che va male, ma punto su Ronci tutta la vita!

  9. Secondo me dovrebbero dargli un out out, per dare una scossa al ragazzo.. o ti qualifichi entro 2 gare o non gareggi in coppa del mondo quest'anno..mi sembra che con questa fiducia ad oltranza non sia un grande stimolo.. c'e' gente del 95 che vince e lui 11 partenze in coppa del mondo 0 qualifiche..

  10. Non vedo altra alternativa che aspettarlo ancora. Lasciarlo tranquillo di sbagliare che i risultati arriveranno come sempre sono arrivati nella sua carriera. E non mi sembra che dietro di lui ci siano a breve ragazzi pronti a subentrare. Un 92 come Lui ha tutta una carriera davanti. Bisogna trasmettergli fiducia proprio in questi momenti in cui forse anche lui non si sente al top per mancanza di risultati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.