Baruffaldi quarto nel primo slalom di Mont Hotham

A Mont Hotham prosegue la ANC, l’Austrialian New Zealand Cup che vede al cancelletto di partenza anche alcuni atleti italiani. Oggi si è svolto il primo slalom speciale e l’italiano Stefano Baruffaldi ha chiuso a un soffio dal podio. Il finanziere ha concluso le due manches al quarto posto, a 50 centesimi dal vincitore, l’americano Robby Kelley al traguardo in 1.33.58. Secondo posto per il connazionale, classe 1991, Michael Ankeny, a 9/100, con terza piazza per Adam Zampa, a 14/100. Baruffaldi ha fatto 11.54 punti. Squalificato Andrea Testa, mentre Ivan Codega è uscito nella prima manche. Domani ultimo slalom.

IL GIGANTE – Vittoria di Andreas Zampa nel secondo gigante maschile disputato a Mont Hotham (AUS) e valevole per il circuito Australian/New Zealand Cup. Lo slovacco, quarto nella prima gara disputata martedì, ha terminato le due manches con il tempo di 1’56’08”, precedendo il neozelandese Willis Feasey (vincitore il giorno precedente) di 84 centesimi, terzo posto per lo statunitense Michael Ankeny a 1″07. Due gli azzurri presenti nella top-ten: Stefano Baruffaldi si è piazzato ottavo a 1″76, immediatamente seguito da Michelangelo Tentori al nono posto a 2″17, mentre Andrea Testa si è piazzato tredicesimo a 2″75 e Ivan Codega ventiduesimo a 4″28.

Altre news

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...