Federica Brignone e Sofia Goggia ©Agence Zoom

Sono tutti contenti della decisione presa dalla Fis sui Mondiali di Cortina. In primis gli atleti della Nazionale italiana. Federica Brignone, che non aveva digerito la richiesta di posticipo al 2022, è carica e non vede l’ora di essere in pista: «Sono molto contenta che la Fis abbia confermato i Mondiali nel 2021 soprattutto per Cortina, perché dopo avere saltato le Finali dello scorso mese di marzo si merita un evento così importante nella data fissata originariamente. Si sono impegnati davvero tantissimo». Quasi impossibile poter pensare di preparare Coppa del Mondo, Mondiali e Olimpiadi nella stessa stagione ed essere sempre competitivi: «Dal punto di vista di un atleta, disputare eventualmente nel 2022 due grandi eventi come Olimpiadi e Mondiali nello spazio di così poco tempo avrebbe creato qualche problema: è bello che tornino le date originarie. Non vedo l’ora di essere in pista».

GOGGIA: «IL PRIMO GRANDE EVENTO POST-PANDEMIA» – Anche Sofia Goggia approva la data originariamente prevista: «Sono soddisfatta che i Mondiali siano stati confermati alla prossima stagione, cercherò di prepararmi al meglio e innanzitutto guadagnarmi il posto, perché nella nostra squadra ci sono tante ragazze forti, tutte in grado di aspirare al quartetto della velocità. La qualifica non è scontata, sono contenta per Cortina perché ospiterà il primo grande evento internazionale dopo la pandemia, visto anche lo spostamento delle Olimpiadi estive di Tokyo. Sarà un appuntamento importantissimo e una grande festa per lo sci, la squadra italiana farà di tutto per farsi valere e mostrare il proprio valore».

RINALDI: «INFRASTRUTTURE IN VIA DI ULTIMAZIONE» – Di decisione «che ci si aspettava» parla invece il giovanissimo Alex Vinatzer che aggiunge: «Per me non cambia molto, sono supercarico per il fatto di poter gareggiare in casa». Massimo Rinaldi, direttore sportivo della squadra azzurra, si sofferma invece sul lato infrastrutturale: «Sono in via di ultimazione, nelle modalità richieste da parte dei tecnici della Fis. Ci auguriamo che tutto che tutto proceda per il meglio e che sia un Mondiale indimenticabile per lo sport italiano e la Nazione intera».