Tredicesima a Davos: «Ho attaccato con più convinzione oggi»

Asja Zenere è stata protagonista a Davos nel secondo superG di Coppa Europa in programma. Tredicesima sulle nevi grigionesi, al via per cinquantesima, e soprattutto un risultato soddisfacente alla terza gara in carriera nel circuito continentale. La forestale del Comitato Veneto è davvero felice per il risultato

ECCO ASJA –  Ma sentiamola: «Ieri ero un po’ titubante in quanto la prima gara di velocità in Coppa Europa. Poi vedendo il video in serata ho capito che potevo avere ancora margine e provarci. Ho avuto più coraggio, ho attaccato senza tanti pensieri per la testa ed è arrivato questo ottimo risultato. Non me lo aspettavo davvero». Asja si è subito messa in mostra al primo anno Aspiranti, ma queste stagioni non sono sempre state regolari, continue. Ottimo piede, una tipa convinta, davvero determinata la Zenere, anche se spesso in gara non riusciva a concretizzare.

OBIETTIVO ‘MONDIALINI’ – Quest’anno alle FIS del Gran Premio Italia ha iniziato a essere davanti con più regolarità e ora mettersi in mostra in Coppa Europa. «Avanti così. Un pensiero va ai miei allenatori. A Paolo Zardini del Comitato e a Hansjoerg Plankensteiner. E ora? Il mio sogno sarebbe far bene ai Mondiali Giovani…».