Giuliano Razzoli ©Agence Zoom

Anche Giuliano Razzoli è risultato positivo al Covid-19, dopo essersi sottoposto a un test a Pozza di Fassa. Avrebbe dovuto partecipare allo slalom di Coppa Europa, ma ieri non ha preso parte alla competizione. «Proprio un bel compleanno», quasi ci ironizza su Razzo. L’olimpionico è risultato positivo al tampone molecolare dopo la positività di ieri (giovedì) mattina a quello rapido. Il reggiano sembra stare bene. «Solo un po’ di spossatezza, mi mancava anche questa». Confermata la positività dopo il molecolare anche per Tommaso Sala che era positivo al rapido di mercoledì. Tommy ci dice: «Questa mattina non ho più la febbre, ma dolori ai torace e ai polmoni si». Fra i positivi c’è anche il tecnico Stefano Costazza.

SOLO MOELGG OGGI IN GARA IN VAL DI FASSA – E gli altri? Tutti negativi. Fra l’altro grazie anche al comitato organizzatore fassano, da tre giorni il team azzurro di slalom è sottoposto a tamponi per sicurezza. E al via al secondo slalom di Coppa Europa a Pozza c’era per motivi precauzionali esclusivamente solo Manfred Moelgg, già negativizzato e così con il passaporto sanitario regolare.

IL PUNTO DELLA FISI – Ieri sera la squadra degli slalomisti è stata sottoposta a tamponi che hanno dato tutti esito negativo, confermando così la positività solo di Giuliano Razzoli, Tommaso Sala. Lo si apprende dalla Fisi poco prima dell’inizio del superG della Val Gardena. Per precauzione gli altri slalomisti del team di Coppa del Mondo oggi non sono partiti nello slalom di Coppa Europa della Val di Fassa. Manfred Moelgg ha invece gareggiato perché il suo passaporto sanitario glielo ha consentito e dunque nessun problema per il veterano della squadra azzurra. I positivi sono già stati isolati, mentre tutti gli altri atleti – già sottoposto a più di un tampone in queste ore – oggi effettueranno sia l’antigenico, sia il molecolare per entrare nella bolla dell’Alta Badia ed essere pronti allo slalom di lunedì.