Nel segno dello sport e dello sci, per supportare le giovani promesse al pari dei campioni, Atomic prosegue nella politica d’ampliamento e nella consolidazione dei rapporti tecnici con alcune delle realtà dello sci agonistico più attive e prestigiose d’Italia. Dopo la firma del contratto di sponsorizzazione con Falconeri Ski Team, avvenuta la scorsa stagione invernale, il marchio a tre punte ha avviato una collaborazione come sponsor tecnico esclusivo con lo sci club Cortina.

OLTRE 120 ATLETI – La firma del contratto triennale definisce Atomic quale fornitore unico per quanto riguarda i materiali tecnici per tesserati e allenatori, parliamo di sci, scarponi, attacchi, ma anche maschere, occhiali e tutti gli accessori come protezioni, zaini, borse e sacche. Parliamo di oltre 120 atleti agonisti nelle discipline dello sci alpino, nordico, biathlon e sci alpinismo, tra cui ci sono sia giovani, dagli 8 ai 20 anni, sia un ampio gruppo Master, oltre a un preparato staff di 16 professionisti tra allenatori e preparatori atletici.

ATOMIC VICINA ANCHE NEI GRANDI EVENTI – La capacità di Atomic di fornire per tutte le categorie e discipline set-up completi, dalla testa agli sci, oltre all’esperienza che storicamente il brand ha nel mondo dello sci agonistico dalle gare giovanili fino alla Coppa del Mondo, hanno fatto sì che le due realtà trovassero quel fil-rouge fatto di passione, organizzazione e ambizione sportiva. Il marchio a tre punte, infatti, sarà a fianco del Cortina anche nelle principali attività e manifestazioni in cui è coinvolto a livello organizzativo, vedi la Coppa del Mondo di Sci Alpino, la Granfondo Dobbiaco-Cortina, ma anche per quanto riguarda la comunicazione e nelle attività rivolte alla stampa, come educational o press meeting. «Dare vita a un solido progetto di collaborazione a medio-lungo termine con il Cortina è un onore – spiega Emilio Fontana, Atomic Brand Manager South Europe -. I nostri due brand hanno molto in comune, in particolare condividono valori che riteniamo fondamentali quali il fair play, lo spirito di squadra, la determinazione a migliorarsi, la determinazione a vincere». Soddisfatto anche il numero uno dello sci club, Vladimiro Pomarè: «Il giorno in cui Emilio e io ci incontrammo per discutere di un futuro accordo tra le nostre realtà già girava da tempo nella mia testa questa idea: avere un partner tecnico che potesse dare supporto agli allenatori per operare al meglio con i nostri atleti. In questi mesi in cui tutti noi eravamo fermi il nostro progetto ha preso forma e quelle che erano delle idee ora possono concretizzarsi sulle piste da sci».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.