Alexis Pinturault a Kranjska Gora
Alexis Pinturault ©Agence Zoom

Poco meno di una settimana e poi si apriranno i lavori a Cancun, in Messico, sede del biennale congresso FIS, con tanti argomenti all’ordine del giorno, o meglio dei giorni visto che i lavori dureranno fino all’11 giugno.

FUTURO – E tra i vari argomenti ce n’è uno che sta a cuore in modo particolare ai gigantisti maschi e di cui si discuterà a quanto si è appreso proprio con i delegati delle varie Federazioni e della FIS: abbiamo già anticipato il rumor che riguarda la possibilità di un clamoroso ritorno al passato sui raggi di curva (resta da capire come), visto che i nuovi, come abbiamo anche dimostrato attraverso il terzo numero cartaceo di Race della stagione 2015-2016, il 138, con Giuliano Razzoli in copertina, dati alla mano non hanno peggiorato la situazione, ma nemmeno portato benefici.

RITORNO AL PASSATO – L’idea possibile sarebbe di tornare… all’antico, ma i dettagli ancora sono da capire e verraranno discussi in Messico. Ricordiamo cosa accadde quattro anni fa: a partire dalla stagione 2012-2013, infatti, gli uomini sono passati da 27 a 35 metri per il gigante, e le donne da 23 a 30 metri di raggio, con lunghezza minima degli sci aumentata di 10cm per i ragazzi e di 8cm per le ragazze. In Messico saranno presenti anche i rappresentanti degli atleti nella Commissione FIS, tra cui la nostra Daniela Merighetti, ancora in carica fino al prossimo gennaio e pare che la proposta di ripartire dal passato sia stata formulata con decisione da molti gigantisti… Staremo a vedere se verrà discusso l’argomento, come sembra, e in quali termini. Al momento i ‘rumors’ sono questi. Non ci resta ora che attendere il Congresso FIS e c’è un’ultima novità: si parla di applicare eventualmente le nuove regole, se approvate a Cancun, già dalla stagione 2017-2018, cioè proprio da quella olimpica, e non nell’annata successiva come inizialmente previsto…