Pinocchio: oggi in pista Allievi e Ragazzi

4
1150

Il Mondolé ski team si impone nella graduatoria per società

Come da previsioni oggi è tornato il sole  sulla trentesima edizione del Pinocchio sugli sci in corso all’Abetone. Un bel regalo per gli  organizzatori, che oggi avevano di fronte l’impegno più duro, far scendere contemporaneamente e su due piste diverse gli oltre 700 atleti finalisti delle categorie Ragazzi (1999-2000) e Allievi (1997-1998). Tutto dunque ha funzionato alla perfezione, con partenza per la gara di slalom gigante per le due categorie alle ore 8.30: i Ragazzi, in tutto circa 360 , hanno gareggiato con manche unica  sulla pista ‘Zeno 3 – variante’, mentre gli Allievi, anche questi circa 360, hanno disputato la loro prova in due manche sulla  pista ‘Stadio da slalom’. Veniamo subito alla  gara della categoria Ragazzi, valida non solo come finale nazionale ma anche come prova di qualificazione alla fase Internazionale, alla quale hanno accesso i migliori 4 maschi e le migliori 4 femmine. Sul podio femminile i due  gradini più alti sono stati appannaggio dell’AOC con Carlotta Saracco dell’Equipe Limone, scesa in 1’01.67, che ha distaccato di 15 centesimi Veronika Calati del Claviere, al traguardo in 1’01.82; terza la trentina Francesca Fanti dello Ski Team Fassa che ha chiuso la prova in 1’02.02. Quarta, e quindi qualificata per gli internazionali, un’altra trentina: Giulia Peterlini del Tezenis Ski Team, con il tempo di 1’02.33. In campo maschile vero e proprio derby partenopeo in testa alla classifica e questa, a modo suo, è una notizia: infatti la vittoria è andata al napoletano Giovanni Zazzaro tesserato per il Monti Ernici, che ha superato tutti scendendo in 1’03.24, dietro di lui a 70 centesimi Vicenzo Olivieri del Napoli in 1’03.94. Al terzo posto il livignasco Martin Talacci sceso in 1’04.38. Qualificato per la finale anche il veneto Tommaso Nardi  del 18, in 1’04.76.
Nella categoria Allievi, come abbiamo detto, prova in due manche, la seconda con partenza alle ore 13 alla quale hanno preso parte i migliori 60 concorrenti. Tra le femmine vittoria della trentina Laura Pirovano dell’Agonistica Campiglio, con il tempo totale di 2’04.11, seguita da Beatrice Barbagelata dell’Equipe Limone in 2’04.70, terza Petra Smaldore della Derviese con il tempo d 2’04.77. Classificate per  gli internazionali anche tre atlete del 1998: Sofia Pizzato del 18 in 2’05.25, Angelica Rizzi del Val palot in 2’05.65 e Jaqueline Fiorano dello Chamolé, autrice di una splendida seconda manche, dove fa segnare il miglior tempo, riuscendo così a risalire dalla quattordicesima alla sesta posizione e a chiudere in 2.05.69. In campo maschile si impone Antonio Vittori dell’Alta Valsassina che chiude le due manche in 2’03.11, lasciando dietro di se i cuneesi Alberto Blengini del Mondolé, in 2’04.17, e Giacomo Scaglione dell’Equipe, in 2’04.20). Qualificati per le finali Federico Vietti del Pila in  2’04.32, Giulio Zuccarini del Tuttobianco, che rappresenterà così l’Appennino nella sua categoria, a pari merito con Paolo Padello dell’Equipe Limone, in 2’04.51. Domani il Pinocchio, come da tradizione, si  concederà  una giornata di pausa, dedicata  alla Cerimonia di apertura delle Finali Internazionali, con la sfilata delle 36 Nazioni partecipanti, accompagnata dalla Fanfara della Scuola paracadutisti di Pisa; ad accendere la fiaccola sarà l’ex-discesista azzurro Alessandro Fattori.
Venerdì 23 e sabato 24 infine le gare valide per le finali internazionali, come di consueto con le prove di slalom e di gigante.
 
 
 

4 COMMENTI