Klammer incorona Liz Goergl

0
567

L'austriaca vince a Bad su una pista impossibile. Quinta Elena Fanchini

Che discesa! Sulla Franz Klammer di Bad Kleinkirchheim va in scena una gara veramente al limite per le donne, con tanti errori e tutte, proprio tutte le atlete in difficoltà. Ha fatto impressione vedere Lindsey Vonn quasi fuori dopo due porte, su quella esse inziale molto pendente dove si sono viste le atlete cercare tutti gli espedienti pur di non uscire (e in effetti nell’unica prova qui moltissime avevano saltato una porta). Il tracciato era in codizioni diverse dalla prova, molto duro, levigato dal vento che aveva portato in pista di tutto e solertemente ripulito, con continui cambi di visibilità. L’unico test, peraltro in condizioni diverse, la pista nuova e un percorso tutto sulle lamine hanno fatto il resto. Così ha vinto chi ha fatto meno errori, cioè Liz Goergl, alla prima vittoria in discesa, che ha beffato Julia Mancuso per 16 centesimi quando la statunitense iniziava a pensare alla vittoria. Terza Fabienne Suter, quarta Lindsey Vonn, che dopo l’errore sulla esse iniziale ha fatto una gara a tutta, prendendo tantissimi rischi per recuperare e arrivando al traguardo sfinita. Al quinto posto Elena Fanchini: ottima prova la sua che fa ben sperare per il superG di domani. Peccato per Daniela Merighetti che aveva chiuso perfettamente la esse iniziale ed è uscita poco dopo. Ottima anche la prova di Francesca Marsaglia, quattordicesima a 1.63. I posti dal sesto al decimo, in ordine: Gisin, Fischbacher, Cook, Weirather e l’accoppiata Ferk-Fenninger a pari merito. Johanna Schnarf è a 2.18 (diciannovesima), Lucia Recchia a 2.83 (ventiquattresima), Lisa Magdalena Agerer a 3 e 28 (ventinovesima), Verena Stuffer a 3.43 (trentunesima), a 3.62 Elena Curtoni (trentaduesima), Camilla Borsotti trentacinquesima.

Articolo precedenteHirscher in corsa per la Coppa generale?
Articolo successivoAdelboden – Il commento tecnico del gigante
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.