Giro d’Italia, Innerhofer: «Un giorno mi piacerebbe fare una volata»

Da Bressanone Inner ha raggiunto Stubai con il coach Plancker per tre giorni di sci

0
Christof Innerhofer alla partenza di Bressanone

Christof Innerhofer si è presentato alla partenza della tappa del Giro d’Italia Bressanone Andalo in bici. Il due volte medagliato a Sochi, che oggi tornerà per tre giorni di allenamento sul ghiacciaio austriaco di Stubai insieme al tecnico Raimund Plancker, è stato ospite di Rai Sport ed ha parlato di Giro, italiani e classifiche, di ciclismo insomma: «Si osanna o si critica il nostro campione Vincenzo Nibali. Vincere è il massimo certo, ma ricordatevi che anche un podio ha un grande valore. Il Giro è una corsa importantissima, un podio non è assolutamente un risultato da scartare. La bici per me? Mi piace molto pedalare, la bicicletta è anche uno strumento di allenamento importante».

SOGNO – Inner, che ha salutato i corridori alla partenza di Bressanone, ha fatto sapere: «Un giorno mi piacerebbe essere lì all’ultimo chilometro e disputare una volata. Non sarebbe male, e con un po’ di allenamento specifico in più chissà…».