Costazza, grande lavoro a Saas Fee. E scierà con Dynastar, come Manuela Moelgg

Otto giorni perfetti per Chiara, Irene Curtoni e Manuela Moelgg, con Pichler e Pirovano, in Svizzera. Novità di materiale per Costazza e Moelgg

0
Da sinistra, Costazza, Irene Curtoni, Moelgg. Si notano gli sci Dynastar ai piedi di Chiara e Manuela

Il vero lavoro sugli sci è appena cominciato per Chiara Costazza e le colleghe di slalom Irene Curtoni, Manuela Moelgg. Il trio di slalomiste, assieme a Laura Pirovano e Karoline Pichler, è reduce da otto giorni di lavoro praticamente perfetti sul ghiacciaio di Saas Fee, in Svizzera, grazie soprattutto alle splendide condizioni di neve e tempo trovate. In più la fassana, assieme a Manuela, ha accettato la proposta del marchio Rossignol di sciare dalla prossima stagione con Dynastar (utilizzati da Nadia ed Elena Fanchini, per esempio, e in passato anche da Deborah Compagnoni), anche se il modello è praticamente identico trattandosi della ‘stessa famiglia’. A Druskiniskai, a metà settembre, Chicca e Manu testeranno al meglio il ‘nuovo’ materiale.

PAROLA A CHICCA – «A Saas Fee una settimana davvero stupenda – ci dice Chiara, che si paga tutte le spese – sotto tutti i punti di vista, assieme a Luca Liore, Angelo Weiss e con la supervisione di Matteo Guadagnini. Condizioni perfette, sempre con il sole e la neve dura. Personalmente ho sciato quattro giorni in slalom e quattro in gigante e ora di fatto sarò sempre sugli sci tutto il mese di settembre, prima grazie al corso istruttori, che mi è servito tanto per ‘raddrizzarmi”; poi con le compagne, prima in capannone, in Lituania, quindi a Hintertux a fine mese. Con un gruppo così ristretto ci si allena veramente bene: tre allenatori per cinque atlete è davvero il massimo. Ho potuto fare un giorno di slalom praticamente da sola. Fisicamente sto bene come non mi capitava da tempo». Ora si entra nella fase decisiva prima delle gare.