Ralph Weber ©Agence Zoom

Prima prova a Saalbach, in vista della discesa che recupererà quella cancellata a Yanqing, in Cina, a causa del Coronavirus. Dopo il pettorale numero 30 le condizioni sono nettamente cambiate e il tracciato è diventato molto più veloce permettendo agli atleti con pettorali alti di conquistare le prime posizioni della classifica. Basti dire che fra i top ten, figurano ben nove atleti con il pettorale fra il 33 e il 56. Il miglior tempo va dunque all’elvetico Ralph Weber capace di fermare il crono sull’1’26″43, davanti agli austriaci Christian Walder, a 39/100, e Christoph Krenn, a 43/100. 

INNERHOFER IL MIGLIORE MA NON PARTIRÀ – Il migliore degli azzurri è Christof Innerhofer, 13° con 1″25 di distacco dal leader. Innerhofer, però, non sarà in gara giovedì. Mattia Casse è 15° a 1″31 di distacco. Al 23° posto si è piazzato Matteo Marsaglia con 1″61 di ritardo, mentre Florian Schieder è 30° a 1″83. Davide Cazzaniga è 47°, mentre è 49° Emanuele Buzzi.

DOMANI DISCESA – Domani si proverà a fare un mini allenamento ufficiale nella parte alta, per consentire agli atleti di gareggiare su pista integrale. A Saalbach si gareggiò l’ultima volta nelle prove di velocità maschili nel febbraio del 2015 con doppietta di Matthias Mayer. Mai nessun italiano è salito sul podio nella località austriaca, nelle tappe di Coppa del mondo, in nessuna disciplina. Il via alle 12.45.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.