Tina Weirather in trionfo nel 2015 in discesa a Garmisch-Partenkirchen @Zoom Agence

Più che il meteo, che concederà una tregua sabato per la discesa (ore 11.30) e dovrebbe comunque consentire la disputa del superG domenica (ore 11), a Garmisch-Partenkirchen preoccupano le condizioni della neve, decisamente molle, in vista delle gare del weekend.

LINDSEY SUPERSTAR – La Kandahar1 è forse la pista preferita di Tina Weirather, che qui ha ottenuto la prima vittoria in carriera l’1 marzo 2013 e qui ha dominato la discesa della scorsa stagione, ma la favorita numero uno per entrambe le gare rimane sempre la solita sospetta, Lindsey Vonn, che a Garmisch si è imposta quattro volte di cui tre in superG e che nell’unica prova disputata è risultata la più veloce se si tiene conto della squalifica di Miradoli, per salto (doppio) di porta. Rebensburg è sicuramente al top della forma stagionale e proverà, davanti al pubblico amico, a rovinare la festa all’americana e a riaprire la Coppa del Mondo, in linea teorica ci sono le gare per poterlo fare. Ma Lindsey ha già conquistato otto vittorie finora in tre specialità diverse e ‘punta’ il record di 14 successi in una singola annata stabilito da Vreni Schneider nel 1988-’89. Il mese di febbraio, dedicato solo a velocità e combinate, ci dirà se l’impresa è davvero possibile.

GARA – Il training di giovedì ha rimescolato un po’ le carte perché doveva servire alle atlete per prendere le misure della Kandahar1 prima di spingere a fondo nel secondo, però saltato. La speranza è di rivedere anche Gut e Goergl al top, ma qualche sorpresa non è da escludere, soprattutto se la neve molle dovesse favorire i numeri bassi di partenza.

ITALIA E STORIA – Le azzurre si affidano soprattutto al superG per sperare almeno in un risultato tra le migliori cinque, con Schnarf e Stuffer comunque in buono stato di forma, come dimostrato anche in discesa a Cortina. Da Crans Montana la squadra di Ghezze ritroverà anche Nicol Delago, c’è bisogno di forze fresche soprattutto in libera dove l’Italia fa più fatica a raggiungere il vertice. In gara ci saranno anche Elena e Nadia Fanchini, Merighetti, Marsaglia, Curtoni e Goggia, all’esordio a Garmisch-Partenkirchen. Nel superG di domenica dovrebbe trovare spazio anche la leader della classifica di specialità in Coppa Europa, l’altoatesina di Castelrotto, classe 1996, Verena Gasslitter, mentre rientrerà Federica Brignone. Con nove posti a disposizione, un’atleta tra le discesiste dovrà però cedere il posto. In ballottaggio ci sono solo Daniela Merighetti e Verena Stuffer: chi farà peggio in discesa salterà il superG. L’unica vittoria azzurra in libera da queste parti risale al 29 gennaio 1994, con una 18enne Isolde Kostner nel giorno purtroppo della tragica scomparsa di Ulrike Maier.

PISTA – Kandahar 1, pista completa (i salti non mancano), veloce, anche se soprattutto per atlete scorrevoli: parte iniziale con un lungo piano dopo tre curve sul ripido, quindi si gira sull’Himmerlreich, poi di nuovo in posizione, si esce dalla Kandahar 2 maschile e si rientra sulla vecchia pista femminile attraverso la Hollentor, la porta dell’inferno, una curva a gomito verso destra stretta e difficile; quindi il muro finale sullla ‘Holle’, inferno appunto, la lunga traversa Fis Schneise dove è fondamentale non perde velocità, altra curva stretta verso sinistra che spesso decide la gara anche se ‘cambia’ anno dopo anno e traguardo finale. Discesa comunque interessante, per le donne.

ORARI E TV – Appuntamento alle ore 11.30, diretta su RaiSport 1 ed Eurosport.

IL RISULTATO DEL PRIMO TRAINING

TUTTI I PODI DELLA STORIA IN DISCESA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.