Lindsey Vonn travolta dall'affetto dei tifosi e cacciatori di 'selfie' e autografi a ogni gara @Zoom agence

Sale davvero l’attesa per il secondo superG della stagione di Coppa del Mondo donne 2015-2016, dopo quello di Lake Louise vinto da Lindsey Vonn con Johanna Schnarf quarta a pochi centesimi dal podio. Da oltre un mese non si gareggia nella specialità e la ‘Kalberloch‘ di Zauchensee sembra ben altra pista rispetto a quella canadese. L’americana, cinque vittorie in stagione finora, ha dominato in discesa ed è ovviamente la naturale favorita anche per l’altra prova veloce, ma in questa disciplina aumenta il numero di avversarie possibili, almeno in linea teorica: da Gut, attesa il riscatto dopo l’uscita odierna e vincitrice qui nel 2011 per l’ultima volta, a Weirather passando per Rebensburg e tutta la pattuglia di austriache competitive, Huetter, Schmidhofer, Tippler quest’ultima sul podio per la prima volta a Lake Louise. Con possibili sorprese all’orizzonte. Dalle azzurre, in una disciplina nella quale possiamo vantare quattro atlete nel primo gruppo di partenza (Nadia Fanchini, Marsaglia, Elena Curtoni e la rientrante Brignone) ci aspettiamo una gara ben diversa rispetto alla libera.

PISTA – La partenza sarà la stessa della discesa ‘sprint’, quindi si entrerà in fretta nel bosco per poi affrontare i lunghi curvoni centrali probabilmente con meno velocità, ma più possibilità di ‘girare’, anche se miracoli nel tracciato non si possono fare su un pendio in quel punto piuttosto stretto. La zona della Panorama-Kurve, soprattutto in uscita, sarà ancora una volta il punto chiave della pista. Potremmo assistere a una gara spettacolare, si spera pure combattuta, ma Vonn ha sempre la chance di allontanare pesantemente la concorrenza. Dipende molto da lei. Vedremo.

STORIA – In superG con le donne si è gareggiato solo sei volte a Zauchensee, con successi di sei atlete diverse, di cui ben quattro austriache. L’ultima volta, il 9 gennaio 2011, vinse Lara Gut davanti a Vonn e Dominique Gisin, ora ritirata. Bene andarono anche Goergl ed Elena Fanchini, settima, ancora oggi il suo ‘best’ nella disciplina. Ma non sono tante le atlete in gara quattro anni fa presenti ancora nel circuito… per cui difficile ipotizzare come andranno le cose.

ITALIA – Nove azzurre al via, ben otto nelle trenta della start list e possono fare tutte bene. E’ il momento di svoltare in velocità, anche se comunque a Lake Louise Schnarf e Nadia Fanchini sono entrate nelle dieci e la prima, ci ripetiamo, ha sfiorato il podio. Il superG assieme al gigante resta la disciplina dove l’Italia femminile è più competitiva a livello di squadra, nel senso che le atlete in grado di raggiungere le posizioni di vertice sono molte di più rispetto a slalom e discesa. Poi, i risultati non sempre vanno in questa direzione. Comunque in gara ci saranno Nadia Fanchini, Elena Curtoni, Marsaglia, Brignone, Elena Fanchini, Merighetti, Schnarf, Stuffer e Goggia.

PROGRAMMA E TV Via alle 11.30, diretta su RaiSport1 ed Eurosport 2 con collegamenti un quarto prima della partenza.

CLASSIFICA DI SPECIALITA’

START LIST