Lindsey Vonn a Cortina in ricognizione @ZOOM Agence

Dura pensare di battere Lindsey Vonn sulla sua seconda pista preferita dopo Lake Louise, ovvero l’Olympia delle Tofane a Cortina. Nove successi finora per l’americana su un tracciato storico, quattro in discesa e cinque in superG, a -1 dall’austriaca Renate Goetschl, che trionfò ben dieci volte nell’Ampezzano (qui tutti i podi in discesa al femminile). Altro record che potrebbe crollare nel weekend. L’Italia proverà a piazzare un’atleta tra le prime tre e curiosamente non sono Merighetti, Elena Fanchini (già vincitrici qui) o Nadia Fanchini (la miglior discesista azzurra in stagione) le più attese, almeno per quanto si è visto in prova, ma Stuffer, Schnarf ed Elena Curtoni. Staremo a vedere. Quinta libera stagionale dopo Lake Louise (due), Val d’Isere, Zauchensee: tre successi di Vonn e uno di Lara Gut (in Francia).

GARA – La pista si presenta in condizioni eccellenti e anche il meteo dovrebbe mantenersi super positivo, com’è stato sempre per le prove. Rispetto al passato e anche al training di giovedì 21 gennaio, le atlete troveranno un salto Duca d’Aosta completamente smussato, quasi inesistente, dopo l’errore fatale a Nicole Schimdhofer. Si ‘gira’ anche molto di più nella zona dello Scarpadon, dopo la Grande Curva, prima dell’ingresso a Rumerlo. Vonn ovviamente favorita numero uno; il passato ci dice che delle atlete in gara domani in discesa qui sono già salite sul podio Merighetti (due volte), Elena Fanchini, Weirather (due volte), Goergl (due volte), Yurkiw, Rebensburg tutte da annoverare tra le co-favorite, anche se per esempio Dada non ha brillato nei training e ha un problema a una mano dopo una caduta occorsa in Val di Fassa, mentre Elena è stata brava solo nella prima prova. Naturalmente per la vittoria o il podio ci sono anche Lara Gut e Cornelia Huetter, sempre molto costanti in stagione e occhio alla variabile impazzita Jaqueline Wiles, ‘piedino’ molto sensibile e capacità di buttarsi in pista senza paura. Spesso però commettere errori gravi, vedremo che versione troveremo sabato.

ITALIA – Marta Bassino ha vinto il ballottaggio con Karoline Pichler nel secondo training, sia perché è stata più veloce, seppur di poco, sia perché l’altoatesina ha saltato una porta. Con la cuneese di Borgo San Dalmazzo ecco dunque altre otto italiane in gara in discesa: Nadia Fanchini, mai oltre la settima posizione in discesa a Cortina, Elena Fanchini vincitrice qui un anno fa su una pista accorciata, Daniela Merighetti, prima nel 2012 davanti a Vonn, Riesch e Maze, Verena Stuffer, nettamente la migliore azzurra in prova, Johanna Schnarf, Sofia Goggia all’esordio sull’Olympia delle Tofane, Francesca Marsaglia, poco brillante nei training, ma in gran forma. Nel superG di domenica entra Federica Brignone ed esce Marta Bassino, per il resto ‘squadra’ invariata.

PISTA – Olympia delle Tofane: partenza con due curve, leggero tratto in salita prima di entrare, attraverso una diagonale molto importante con salto annesso, nello schuss delle Tofane, il passaggio più spettacolare di tutto il tracciato; poi curva verso destra che precede il Salto Duca d’Aosta, ancora in diagonale, che porta nella zona più tecnica, con lunghi curvoni da tirare in preparazione della Grande Curva; quindi Scarpadon, importantissimo per portare velocità a Rumerlo, nella cui zona si entra con l’ennesimo salto in diagonale. Piano e salto finale, traguardo. Ecco la ricognizione con Alberto Ghezze.

ORARI E TV – Il via della discesa libera è previsto alle 10.15, diretta su RaiSport1 ed Eurosport2. Tutti i podi stagionali in discesa.

Il successo di Lindsey Vonn nel 2015, il n°62 allora per lei in Coppa. Eguagliò Annemarie Moser-Pröll, oggi nettamente staccata:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.