Marta Bassino ©Gabriele Facciotti, Pentaphoto

Parità. Petra Vlhova mette giù il miglior tempo nella seconda manche e aspetta la discesa di Mikaela Shiffrin. Che parte con un vantaggio di 48 centesimi: un vantaggio che riesce anche ad incrementare sino a 62 nella parte centrale, poi qualche sbavatura nelle ultime porte e alla fine chiude anche lei in 2.31.31. Podio per due, 100 punti per due, con terza la norvegese Mowinckel che recupera tre posizioni, quarta Wendy Holderner (secondo best crono nella seconda manche), quinta la svedese Hector. Non è della partita invece Tessa Worley che forza e sbaglia, quasi si ferma e chiude nona.E dalla top five esce anche Marta Bassino: nessun errore grave, ma qualche tenuta di troppo. Rimedia un ritardo di oltre un secondo da Vlhova e chiude settima a 1.71.

LA CLASSIFICA

LE ALTRE AZZURRE – Perde due posizioni Sofia Goggia che chiude così diciannovesima, ventisettesima Francesca Marsaglia.