Il cadorino anche 'ammaccato' è secondo in Coppa Europa. Vince Kilde

Botte e lividi, ma Varettoni non molla: anzi, il forestale che da quest’autunno è andato ‘in soccorso’ alla ‘Serra Armada’ è protagonista sulle nevi transalpine della O.K. di Val d’Isere. Vince il giovane norvegese Aleksander Aamodt Kilde, un nome che è tutto un programma. Secondo c’è Silvano, il ‘jet’ di Borca di Cadore, terzo il canadese Jeffrey Frisch. Poi Austria ‘a tutta’: Vincent Kriechmayr, Bernhard Graf e Manuel Kramer.

SERRA VUOLE DI PIU’ DA PANGRAZZI – Nono Paolo Pangrazzi, buono posto, ma si poteva far di più, almeno a sentire Alessandro ‘Capitan Futuro’ Serra: «Benino ‘Paflo’, ma sbaglia ancora troppo», fa sapere il coach. Discreto diciottesimo Luca De Aliprandini, il forestale Michele Cortella ventottesimo. Poi quarantatreesimo Giulio Bosca, cinquantunesimo Henri Battilani, cinquantatreesimo Andrea Ravelli e sessantaduesimo Aaron Hofer. Out gli atleti dell’Esercito Carlo Beretta ed Alessandro Brean.

ECCO ‘VARETTA’ – «Sono contento oggi, ieri potevo far meglio ma dopo che ero sesto in discesa la pista si è velocizzata. Ho preso una bella botta in allenamento a Wengen in slalom in vista della supercombinata, ma anche da ‘ammaccato’ son riuscito a salire sul podio oggi. Son contento, non devo mollare, avanti così».