Lara Gut-Behrami ©Agence Zoom

VAL DI FASSA LIVE – Ci sono le curve di Lara Gut-Behrami, poi quelle di tutte le altre. La ticinese regala spettacolo sulla pista La Volata di Passo San Pellegrino, tira linee impressionanti e continua  a dominare. Esulta sul traguardo, perché anche lei è consapevole di quello che ha fatto e della sua sciata stilosa che ha mostrato ancora una volta. Migliori parziali ovunque, tecnica sopraffina nell’affrontare i curvoni, Gut-Behrami firma una doppietta nella prima edizione della Coppa del Mondo in Val di Fassa. Terza vittoria consecutiva dopo l’oro in gigante ai Mondiali di Cortina e il successo di ieri. 

Gli occhi sono tutti sulla moglie del calciatore del Genoa Behrami. Un successo dietro l’altro, che le consentono di incrementare in classifica generale e di staccare Petra Vlhova. Si preannuncia una bellissima sfida che ci accompagnerà fino al termine della stagione: ora la svizzera è davanti di 107 punti nei confronti della slovacca che oggi ha concluso dodicesima. Gut-Behrami però, oltre ad avere quasi in tasca la coppa di superG, torna in lotta per quella di discesa.

È doppietta elvetica in Val di Fassa; seconda posizione per Corinne Suter in una gara dai distacchi più ampi rispetto a ieri. Suter infatti ha preso 32/100 dalla compagna di squadra, mentre al terzo posto si piazza la tedesca Kira Weidle, con 68/100 di ritardo. 

Laura Pirovano ©Agence Zoom

Una giornata diversa rispetto a ieri, con il sole che ha illuminato la pista solo nella parte iniziale della gara, prima di nascondersi tra le nuvole. Una giornata che però ha regalato una doppia sfida emozionante, perché oltre ai risultati della gara, c’era da tenere in considerazione anche la classifica della discesa, ancora capeggiata da Sofia Goggia. 

Quarto posto per Ramona Siebenhofer, a 76/100, quinto posto per Laura Pirovano, a 79/100. La trentina resta fuori dal podio per 11/100, ma è contenta ed emozionata per quanto è riuscita a mostrare anche oggi. L’Italia della velocità ha trovato un’altra stella, pronta a brillare sul podio che è ormai è alla sua portata. Decimo posto per Elena Curtoni, tredicesimo per Nadia Delago, 23a Federica Brignone, che una volta raggiunto il traguardo è stata fasciata alla mano sinistra per una lieve contusione («Nulla di che, stava gonfiando e allora mi sono fatta fasciare con il ghiaccio»). Marta Bassino, che oggi compie gli anni, ha concluso 24a, 25a invece Francesca Marsaglia, 30a Roberta Melesi, 38a Teresa Runggaldier e 46a Federica Sosio.