L’americana attraverso una nota USSA: «La pista dura non mi ha aiutata»

C’è ancora il gigante, se deciderà di confermare la presenza. Ma il Mondiale ‘casalingo’ di Lindsey Vonn, classe ’84, americana, l’atleta più vincente nella storia dello sci alpino femminile in Coppa del Mondo, non è andato esattamente come nelle previsioni, nonostante una medaglia di bronzo conquistata in superG, che non può soddisfarla. Ad aggravare la situazione, come emerso da una nota di US Ski Team, ulteriori problemi al ginocchio destro, due volte operato negli ultimi due anni. 

PAROLA A LINDSEY – «Sono veramente dispiaciuta, ho dato tutto finora in questi Mondiali casalinghi – ha detto Vonn – ma non sono andati come avrei voluto, per me, per me la mia famiglia, per il mio pubblico. Non me l’ero immaginata certo così, questa rassegna iridata. Adesso mi riposerò in vista del gigante, dove cercherò di essere presente; la pista così dura nella discesa della Combinata Alpina non ha fatto bene al mio ginocchio, ho provato a sciare al massimo delle mie possibilità, ma mi faceva male. E’ andata così».