Mikaela Shiffrin ©Gepa Pictures

Viktoria Rebensburg era seduta al leader corner e sembrava essere tranquilla dopo un bel superG a Lake Louise. Poi è arrivata ancora lei, l’americana Mikaela Shiffrin che oggi ha dominato anche in questa disciplina e ha inflitto distacchi pesanti a tutte, vincendo a mani bassi. È la prima atleta a essersi imposta almeno una volta in tutte le discipline (5) e tutte le tipologie di gara, paralleli e city event inclusi. La tedesca Rebensburg non può che applaudire ed esprimere una faccia stupita. Il primo superG della stagione è di Mikaela Shiffrin che ha chiuso in 1’19″41 e ha preceduto di 77/100 la norvegese Ragnhild Mowinckel che si è inserita lì in mezzo, restando davanti a Viktoria Rebensburg, terza a 83/100. Anna Veith e Lara Gut-Behrami, che sembravano avere un podio a portata di mano, scivolano sesta e ottava, precedute da Ramona Siebenhofer, Valerie Grenier e Romane Miradoli. 

DODICESIMA BRIGNONE – Federica Brignone ha chiuso la sua gara al dodicesimo posto, risultando la migliore delle azzurre. Ha accusato 1″16 di distacco dalla Shiffrin, ma è rimasta fuori dal podio per 33/100. Subito dietro, tredicesima, Elena Curtoni a 1″25, poi sedicesima Nadia Fanchini a 1″30 e diciottesima Nicol Delago a 1″46. Più indietro Francesca Marsaglia che accusa 1″98 e Anna Hofer a 2″50.

SHIFFRIN GIÀ LONTANA – La stagione è appena iniziata, ma Mikaela Shiffrin sta già volando in classifica generale. Comanda con 489 punti contro i 251 di Michelle Gisin. Quarto posto per Federica Brignone con 223 punti. 

CADUTA WORLEY – Brutto volo per la gigantista francese Tessa Worley che dopo essere scivolata per diversi metri si è rialzata senza problemi. Ha inforcato la porta con il braccia sinistro, poi il volo e l’apertura dell’airbag. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.