Paolo Ferrari è lo skiman del 'Tonetti finlandese'

Sarà che dal 2 novembre tirano curve sulla ‘Levi Black’, sarà che è la gara in casa e quindi viene sentita particolarmente, sarà che Marcus Sandell dopo il settimo posto in Coppa del Mondo a Soelden ha portato entusiasmo nell’ambiente. Sarà, ma oggi le nevi lapponi hanno consacrato Samu Torsti, il finlandese allenato da Alessandro Serra, che in questa occasione viene assistito per lamine e solette da Paolo Ferrari.

FERRARI, LO SKIMAN – ‘Capitan Futuro’ non è a Levi in quanto sta seguendo l’avvicinamento ai prossimi appuntamenti di Coppa del Mondo di Sandell, allora abbiamo interpellato Ferrari, milanese di Sesto San Giovanni ma ormai fassano d’adozione: «La vittoria di Samu è un successo molto importante per il team. Primi podio, subito primo successo. Ci siamo allenati parecchio a Levi, volevamo questo risultato. Che tipo è Samu? Uno che ci da dentro con gli allenamenti, uno pacato, molto serio. Con Ale diciamo sempre che è un po’ il Tonetti finlandese…».

LE DICHIARAZIONI DEL VINCITORE – Eccolo Samu: «Oggi e’ stata una giornata molto positiva per me. Ero tranquillo e sono riuscito a mantenere la calma anche tra le due manche. Tutto è andato alla perfezione sia per quel che riguarda la mia sciata, sia per quel che riguarda il lavoro di team su tattica, tecnica e materiali. Meglio di così non si poteva proprio iniziare…».